This content is not available in your region

Catalani in piazza in difesa della lingua

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
La protesta catalana a Barcellona
La protesta catalana a Barcellona   -   Diritti d'autore  AP Photo

"Ora e sempre la scuola in catalano". E' lo slogan che risuona per le vie di Barcellona, pacificamente ma fermamente invase da una marea di striscioni verdi, il colore simbolo della protesta. Genitori e insegnanti si battono in difesa dell'identità linguistica: una lingua, il catalano, che ha già rischiato di scomparire ai tempi della dittatura di Franco.

"La lingua del paese è il catalano, non lo spagnolo ... E questa è un'invasione linguistica" spiega un manifestante intervistato, mentre una mamma racconta che non serve una legge per insegnare anche lo spagnolo ai suoi figli:

"A casa parliamo in catalano, i nonni parlano in catalano, la famiglia parla in catalano e tuttavia i bambini parlano in spagnolo senza alcun problema. Hanno l'interferenza di Internet, della TV, degli amici"

La protesta nasce dopo una decisione della Corte Suprema spagnola che ha imposto che l'insegnamento nelle scuole pubbliche sia per almeno il 25% in spagnolo. I puristi si oppongono alla sentenza bollandola come un'interferenza della magistratura, avallata dalla politica.