ULTIM'ORA
This content is not available in your region

El Salvador: il Presidente propone di legalizzare i bitcoin. Sarebbe il primo Paese al mondo

euronews_icons_loading
El Salvador: il Presidente propone di legalizzare i bitcoin. Sarebbe il primo Paese al mondo
Diritti d'autore  Rick Bowmer/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

El Salvador potrebbe presto diventare il primo Paese al mondo a legalizzare i bitcoin. Almeno questo è l’obiettivo e il desiderio del Presidente Nayib Bukele, che quest’anno ha stravinto le elezioni, ottenendo una maggioranza solidissima in Parlamento.

Durante una conferenza in corso a Miami, Bukele ha fatto sapere che invierà nelle prossime settimane al Congresso un disegno di legge per rendere legale la criptomoneta, spiegando che la sua iniziativa mira a creare posti di lavoro in un Paese in cui il 70% della popolazione non ha un conto in banca e lavora in nero.

Secondo il presidente del Salvador una volta legalizzati, i bitcoin potranno essere un utile strumento per rendere più rapide e meno costose le rimesse di quanti lavorano all'estero. Le rimesse dei salvadoregni rappresentano una fetta importante dell'economia del Paese, equivalente a circa il 22% del prodotto interno lordo e, secondo dati ufficiali, nel 2020 sono state pari a 5,9 miliardi di dollari.

Le spiegazioni di Bukele e i dubbi degli economisti

Stando a Bukele, i bitcoin sono stati "lo strumento più rapido per trasferire" quei miliardi di dollari di rimesse ed evitare che "milioni vengano persi in intermediari". "Grazie all'uso del bitcoin, l'importo ricevuto da oltre un milione di famiglie a basso reddito aumenta di diversi miliardi di dollari ogni anno", ha affermato il presidente.

Il mercato delle criptovalute è cresciuto fino a oltre 2,5 trilioni di dollari l'anno scorso, secondo il sito Coinmarketcap. Secondo diversi economisti la volatilità della criptomoneta ha sollevato dubbi sul fatto che possa mai sostituire la valuta legale nelle transazioni quotidiane. Senza contare, dicono gli analisti, i problemi legati alle transazioni illecite e al riciclaggio.