ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia: in panne per ore i numeri d'emergenza. Un morto e due ictus

Un'ambulanza parigina in una foto d'archivio
Un'ambulanza parigina in una foto d'archivio   -   Diritti d'autore  MARTIN BUREAU/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

In piena pandemia, che i numeri di emergenza non funzionino - diciamo - non è proprio l'ideale. È quanto successo in Francia, dove tra le ore 18 di mercoledì e l'alba di questo giovedì i numeri fissi, ma soprattutto quelli di emergenza, erano in panne su tutto il territorio nazionale, a causa di un guasto presso l'operatore Orange.

Parliamo del 15 (urgenza medica), 17 (polizia), 18 (pompieri), 112 (numero di emergenza unico europeo), irraggiungibili. Questi numeri ogni giorno ricevono più di 150.000 chiamate.

Un problema tecnico, dovuto al guasto dell'attrezzatura responsabile dell'instradamento delle chiamate, che il ministro dell'interno francese, Gérald Darmanin, ha definito "grave e inaccettabile" giovedì mattina, facendo inoltre riferimento a "tre incidenti gravi accaduti durante il disfunzionamento: un morto e due ictus, nel Morbihan e all'Isola della Riunione".

"Erano circa le 6 del pomeriggio e tutti i Samu (Service d'aide médicale urgente, il servizio di pronto soccorso) hanno iniziato ad avere problemi nei call center. La gente non poteva accedere al servizio, le chiamate non arrivavano, la linea cadeva nel bel mezzo di una conversazione...", ha detto all'agenzia AFP François Braun, presidente del sindacato Samu-Urgences de France. "Molto rapidamente abbiamo scoperto che quasi tutti i dipartimenti erano stati colpiti".

Verso le ore 21 la compagnia telefonica Orange faceva sapere che aveva identificato l'incidente, invitando gli utenti a rinnovare le chiamate, eventualmente tramite un cellulare, per raggiungere i servizi di emergenza, utilizzando i numeri temporanei, creati appositamente dal Ministero dell'Interno per ogni dipartimento transalpino.

Al momento sembra escluso si tratti di un cyber attacco e si pensa piuttosto a un guasto tecnico, come quello che aveva colpito a inizio anno l'operatore belga Proximus, mandano in panne i numeri di emergenza in Belgio per una notte intera.