ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Nave Gregoretti: Matteo Salvini prosciolto. Per il Gup non c'è reato

euronews_icons_loading
febbraio 2020: Matteo Salvini nel dibattito in senato sul caso della nave Gregoretti
febbraio 2020: Matteo Salvini nel dibattito in senato sul caso della nave Gregoretti   -   Diritti d'autore  Andrew Medichini/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini non andrà a processo per la vicenda della nave Gregoretti. Il processo penale del leader della Lega finisce nell'aula bunker di Bicocca a Catania dove il il gup Nunzio Sarpietro ha stabilito che l'operato del leader della Lega è stata una legittima conseguenza di insindacabili scelte politiche e pertanto non costituisce reato.

Al centro del procedimento nei confronti dell'allora Ministro dell'Interno i ritardi nello sbarco, nel luglio 2019, di 131 migranti dalla nave della guardia costiera nel porto di Augusta nel siracusano. Ora il gup avrà 30 giorni di tempo per depositare l'ordinanza motivando la sua decisione.

"Assolto" ha esultato Salvini sui social ricordando di aver fatto "il suo dovere da ministro". Il leader della Lega era imputato con l'accusa di sequestro di persona, Una ricostruzione contestata dalle parti civili che chiedono il processo per Salvini: Per il legale di Legambiente l'ex ministro ha "trattenuto illegittimamente a bordo" quelle persone. Per la difesa "l'azione penale ni non doveva neppure iniziare, perché il suo è stato un atto politico insindacabile".

Processo Open Arms

Quanto al processo di Palermo, sul mancato sbarco dalla Open Arms, che inizierà il 15 settembre per sequestro di persona e rifiuto di atti d'ufficio "sono assolutamente tranquillo - ha sottolineato Salvini - perché se non esiste sequestro a Catania, non vedo perché debba esistere a Palermo."

Si trattava di uno dei due procedimenti contro il leader della Lega scaturiti dal blocco agli sbarchi di migranti decisi dallo stesso Salvini nel 2019, quando era a capo del Viminale. In particolare, il principale indiziato era accusato di abuso di ufficio e sequestro di persona. La procura di Catania per la verità già nel settembre 2019 aveva chiesto l'archiviazione della posizione del segretario del Carroccio.