ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il Vaticano non benedice le unioni omosessuali

euronews_icons_loading
Il Vaticano non benedice le unioni omosessuali
Diritti d'autore  Alessandra Tarantino/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

La Chiesa non può benedire le unioni omosessuali: lo afferma la Congregazione per la Dottrina della Fede. "Non è lecito impartire una benedizione a relazioni, o a partenariati anche stabili, che implicano una prassi sessuale fuori dal matrimonio (vale a dire, fuori dell'unione indissolubile di un uomo e una donna). Il mondo LGBT non accoglie bene questa puntualizzazione....per Francis DeBernardo, direttore della rivista statunitense New Ways Ministry, il problema dimostra quanto il Vaticano sia lontano dalla vita di tutti i giorni dei cattolici "mentre le coppie di fatto con persone dello stesso sesso sono ormai accettate dalla società, sono celebrate e benedette nella società" chiarisce. Per DeBernardo il Vaticano non riesce a percepire questa nuova fotografia della società.

La Dottrina della fede

Nell'impostazione della Congregazione per la dottrina della fede, approvata da Papa Francesco, si chiarisce che la benedizione delle unioni omosessuali non può essere considerata lecita in quanto costituirebbe in certo qual modo una imitazione o un rimando di analogia con la benedizione nuziale, invocata sull'uomo e la donna che si uniscono nel sacramento del matrimonio, dato che non esiste alcun fondamento per assimilare o stabilire analogie, neppur remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia.

L'assenso del Papa

Papa Francesco "è stato informato e ha dato il suo assenso" alla pubblicazione della risposta sulla questione delle benedizioni delle unioni gay. In alcuni ambiti ecclesiali - ricorda la Congregazione per la Dottrina della Fede - si stanno diffondendo progetti e proposte di benedizioni per unioni di persone dello stesso sesso. "Non di rado, tali progetti sono motivati da una sincera volontà di accoglienza e di accompagnamento delle persone omosessuali - sottolineano il Prefetto, Card. Luis Ladaria, e il segretario, mons. Giacomo Morandi - alle quali si propongono cammini di crescita nella fede, affinché coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita".