EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

L'albero di Natale? Ce lo beviamo all'aperitivo!

Un albero di Natale a Kiev - 1.1.2021
Un albero di Natale a Kiev - 1.1.2021 Diritti d'autore Efrem Lukatsky/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Diritti d'autore Efrem Lukatsky/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Di Gioia SalvatoriJanis Laizans
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Estonia una distilleria ricicla gli alberi di Natale per farne una bevanda al gusto di abete rosso. Ricca di vitamine C e D, è molto richiesta in tempi di influenza e covid-19

PUBBLICITÀ

A volte il riciclo diventa l'arte della trasformazione di un rifiuto in qualcosa di inimmaginabile. Dal solido al liquido, in questo caso, dall'addobbo al nutrimento, se così si può definire. 

Succede in **Estonia, isola di Saaremaa, **dove qualcuno ha scoperto che gli alberi di Natale fatti con abeti rossi hanno un buon sapore e possono diventare una bevanda analcolica al gusto, appunto, di abete rosso. Basta prendere gli aghi dell'albero, schiacciarli, farne un infuso con cardamomo e scorza di limone e voilà una specie di soda agrodolce si manifesta nel bicchiere.

L'aperitivo all'abete rosso è ricco di vitamine (e va a ruba nell'anno del covid-19)

Tarmo Virki, fondatore della distilleria Lahentagge, spiega che la loro operazione è tutt'altro che un divertissement: “L'abete rosso è molto conosciuto nei paesi nordici. Per secoli è stato usato ed è davvero buono per le vitamine e i minerali, contiene molta vitamina C e D. E, naturalmente, in questi tempi in cui le persone cercano di combattere la pandemia è ancora più richiesto".

E' sull'isola di Saaremaa che i primi abeti sono stati riciclati in aperitivo ma ora l'affare si è ingrandito e gli alberi arrivano anche dalla terraferma lettone e dalla Finlandia. 

Ma non tutti i circa 50 milioni di alberi di Natale che adornano l'Europa ogni anno possono finire in queste bottiglie. La varietà più piccola, che si trova nelle case di tutto il continente, è spesso troppo secca. Solo i cugini più grandi, eretti nei centri delle città del nord, trattengono sufficiente umidità e producono ingredienti migliori per questa bevanda unica, teoricamente producibile in quantità industriali. Infatti un abete rosso può essere utilizzato per produrre fino a 10.000 litri di acqua tonica arricchita di spirito natalizio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le mille luci di Taiwan

L'Estonia teme la minaccia russa: volontari civili si preparano alla guerra di trincea

Estonia: accusa di corruzione, si dimette il ministro della Giustizia