ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Filiera corta: fioriscono i supermercati cooperativi anche a Madrid

Di Interviste di Carlos Marlasca
euronews_icons_loading
Filiera corta: fioriscono i supermercati cooperativi anche a Madrid
Diritti d'autore  Euronews, Carlos Marlasca
Dimensioni di testo Aa Aa

Farine bio, chilometro zero della materia prima. Il panificio artigianale El árbol del pan a Madrid è entrato nella rete d'acquisto del supermercato cooperativoLa Osa, nato come alternativa alla grande distribuzione, per soddisfare la ricerca di cibi di qualità e sostenibili.

Sebastián González, proprietario del panificio, dice che progetti come questo rendono prodotti di qualità, che normalmente hanno un prezzo più alto rispetto a quelli industriali, alla portata di un numero maggiore di persone. Il che è una bella cosa per i consumatori e per attività come la sua per poter andare avanti.

La produzione di Sebastián va quindi a finire su tavole come quella di Olga Mateo, che insieme all'amico Alberto Estaire sono diventati soci della Osa. La cooperativa è stata aperta nella primavera del 2020.

"Nonostante tutti gli ostacoli causati dalla pandemia da Covid-19, siamo più di mille membri. Non siamo quanti pensavamo di essere, ma credo che sia stata una grande impresa arrivare fin qui", racconta Olga.

Ai soci è richiesto di impiegare tre ore al mese in turni lavorativi all'interno del supermercato collettivo e versare una quota d'ingresso di 100 euro per il capitale sociale.

Questo tipo di cooperative si sono ispirate a iniziative come Park Slope Food Coop negli Stati Uniti e La Louve in Francia.

L'affiliazione a La Osa garantisce l'accesso al prezzo di costo di prodotti di qualità, senza il sovraccarico dell'intermediazione tipica della grande distribuzione, e offre un aiuto ai piccoli produttori locali.

“Stiamo costruendo una comunità abbastanza grande e si spera, con un po' di fortuna, che si espanda in città", dice Alberto Estaire, "Generare un consumo di questo tipo è molto importante per noi".

L'obiettivo ora è di raggiungere i 2000 soci, per arrivare a un ulteriore risparmio al momento della spesa. I produttori vengono selezionati con decisioni collettive, e su criteri che hanno un occhio di riguardo al rispetto dell'ambiente.

José Antonio Villareal, manager della Osa, spiega che ogni profitto viene reinvestito nella cooperativa per garantire un'offerta di qualità ai membri e alla città di Madrid.

La rete ha anche donato alimenti alle persone più in difficoltà, il cui numero è aumentato a causa dell'emergenza sanitaria.