ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ue-Usa, la guerra dei dazi continua

euronews_icons_loading
Ue-Usa, la guerra dei dazi continua
Diritti d'autore  Carolyn Kaster/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Nessun passo in dietro nella guerra commerciale tra Unione europea e Stati Uniti. La vittoria del democratico Biden alla Casa Bianca non ha impedito a Bruxelles di annunciare una stoccata contro i prodotti importati dagli Stati Uniti. Le nuove tasse sull'import potrebbero raggiungere un valore di 4 miliardi di euro. Il provvedimento è una risposta ai dazi, per oltre 7 miliardi di dollari, che l'amministrazione Trump ha messo su molti prodotti europei.

"La nostra è una semplice risposta ai provvedimenti presi da Washington - ha annunciato in conferenza stampa Valdis Dombrovskis, commissario Ue per il commercio - non abbiamo nessuna intenzione di aumentare la tensione e complicare i rapporti commerciali con gli Usa, ma una riposta commisurata è necessaria. Soprattutto per i dazi nel settore agricolo, industriale e dell'areonautica.”

Bruxelles e Washington sono finite ai ferri corti da quando entrambe si accusano di aiutare i rispettivi giganti del settore aerospaziale: l'europea Airbus e l'americana Boeing con sovvenzioni statali. Ma secondo l'esperto André Sapir, del centro di ricerca europeo Bruegel, i dazi annunciati oggi dalla Commissione europea sono solo "un monito per la nuova amministrazione americana. Perché c'è tutto il tempo per sedersi al tavolo negoziale e ritirarli se l'altra parte è pronta a fare lo stesso”.

Tra le altre questioni economiche importanti c'è anche la Digital tax che l'Europa vorrebbe imporre ai giganti del web per finanziare parte del Recovery Fund. Un'ipotesi che non piace davvero a nessuno Oltreoceano, neanche al democratico Biden.