ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: Belgio, il virus regredisce per la prima volta in un mese

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Francisco Seco/Copyright 2020 The Associated Press.All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

In Belgio, il numero di nuove infezioni da coronavirus su base settimanale è in discesa per la prima volta in un mese.

Nonostante sia la Nazione europea proporzionalmente più colpita al momento, le autorità dovrebbero essere in grado di far rimanere gli ospedali al di sotto della capienza massima nelle prossime settimane.

"Abbiamo già notato aspetti positivi nell'evoluzione dei dati - dice Yves Van Laethem, portavoce del Centro di crisi Covid - fortunatamente questo trend positivo sembra essere confermato, il tasso di contagio si sta stabilizzando e i ricoveri ospedalieri sono ancora in aumento, ma a un ritmo più lento".

Bar e ristoranti sono in blocco parziale, i negozi chiudono alle 20, indossare la mascherina in strada è diventato obbligatorio: la Polizia belga è vigile nell'assicurarsi che le persone rispettino le regole.

Francisco Seco/Copyright 2020 The Associated Press.All rights reserved
AP PhotoFrancisco Seco/Copyright 2020 The Associated Press.All rights reserved

"Saranno possibili due contravvenzioni da redigere a spese dei trasgressori - afferma un coordinatore degli agenti - una per la mancata esibizione della carta d'identità, l'altra se non si indossa la mascherina".

Sospesi, intanto, molti collegamenti ferroviari da Bruxelles per Amsterdam, Parigi e la Germania.

Durante la seconda ondata, il Belgio vanta il non invidiabile primato di 1.753 contagi per 100.000 persone, il che significa più pazienti infetti e ricoverati rispetto alla prima ondata della pandemia, mentre Paesi come Spagna, Regno Unito ed Italia hanno meno di un terzo di quella concentrazione.