ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Convention repubblicana: l'intervento di Melania Trump

euronews_icons_loading
Convention repubblicana: l'intervento di Melania Trump
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

E' stata la famiglia del presidente Donald Trump la protagonista assoluta della seconda giornata della convention del partito repubblicano. L'attesa di tutti era per l'intervento della First Lady Melania che è stato anche il più applaudito. Utilizzando toni pacati la moglie del presidente ha invitato gli americani a votare ancora una volta per il consorte.

L'inusuale discorso di Melania Trump, di solito poco propensa a mettersi sotto i riflettori, si è tenuto al Rose Garden della Casa Bianca, una location che la stessa Melania ha risistemato seguendo un suo progetto, circostanza, quest'ultima, che, nei giorni scorsi le ha attirato le critiche del partito democratico.

"Come avete imparato negli ultimi 5 anni, lui non è un politico tradizionale. Non si esprime con le parole ma pretende azioni e ottiene risultati" ha detto Melania difendendo l'operato del presidente.

La First Lady ha però preso le distanze dal marito in tema di coronavirus. Gli Stati Uniti sono il paese più colpito al mondo dalla pandemia e Melania non lo ha nascosto. Anzi. Ha voluto esprimere la sua vicinanza a tutte le persone che hanno perso una famigliare a causa del Covid-19, ha quindi voluto ringraziare gli infermieri, il personale medico i soccorritori e gli insegnanti" e, infine, ha ricordato agli americani che 'non sono soli' facendo un appello a seguire l'esempio dei volontari, dei militari e dei soccorritori d'emergenza.

Dopo la figlia Tiffany, ha preso la parola anche il figlio del presidente Eric che ha voluto ricordare, citando anche un repubblicano storico come l'ex presidente Ronald Reagan, tutte le promesse mantenute da Trump negli ultimi 4 anni.

"Il presidente Reagan diceva che la libertà non è mai a più di una generazione di distanza dall'estinzione. Deve essere protetta. Questa è una battaglia che stiamo combattendo proprio in questo momento. Ed è una battaglia che solo mio padre può vincere. L'economia, il muro, i militari, gli accordi commerciali, i tagli alle tasse, i giudici della Corte suprema, gli ospedali per i reduci di guerra, i farmaci su prescrizione, la scelta della scuola, il diritto di provare, il trasferimento dell'ambasciata a Gerusalemme, la pace in Medio Oriente, le guerre senza fine sono state finalmente terminate. Le promesse fatte, per la prima volta sono state mantenute".

Al voto mancano solo 10 settimane e Donald Trump sta cercando di recuperare consensi. Secondo gli ultimi sondaggi infatti il candidato dem Joe Biden sarebbe ancora in netto vantaggio.