ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Judo, il valore della cortesia e del rispetto dell'avversario

euronews_icons_loading
Judo, il valore della cortesia e del rispetto dell'avversario
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Il judo è uno sport totale che incarna una visione della vita. La disciplina allena il corpo ma si propone anche di sviluppare le doti interiori di chi la pratica: sviluppo psicomotorio, consapevolezza di sé e degli altri, maggiore autocontrollo e migliore capacità di esprimere le emozioni.
Non esiste il judo senza i valori che rappresenta.
Il principio di cortesia è uno dei valori fondamentali a cui la disciplina educa.

Vediamo, in quest'episodio di Judo Values, cosa significa principio di cortesia per tre campioni di judo.

Sagi Muki è diventato il primo campione del mondo maschile per Israele, nel 2019, a Tokyo.
Muki ha aperto il 2019 con una vittoria al Gran Premio di Tel Aviv e, a seguire, ha vinto il Grande Slam di Ekaterinburg. Sempre nel 2019 ha conquistato la medaglia d'oro al Grande Slam di Baku.
In precedenza, ha vinto il titolo europeo senior (2018) a Tel Aviv e il bronzo al Grande Slam di Parigi nel 2016. Quinto ai Giochi Olimpici di Rio.

Yuri Alvear è colombiana, la migliore in assoluto nel suo Paese. È triplice campionessa del mondo nel 2011, 2013 e 2014 e ha vinto il bronzo nel 2015, 2017 e 2018. Ha vinto l'argento olimpico nel 2016 a Rio, il bronzo olimpico nel 2012 a Londra e il 7° posto a Pechino. Ha vinto molti campionati panamericani e ha conquistato l'oro al Grande Slam di Baku nel 2017. Argento al World Masters IJF 2018 a Guangzhou. Yuri ha vinto il Grande Slam a Brasilia nel 2019.

Jean-Luc Rougé è diventato Campione del Mondo nel 1975 U93kg. Ha vinto l'argento e il bronzo nel 1979. Ha conquistato 4 titoli europei dal 1973 al 1980. Rouge ha vinto il Tournoi de Paris 3 volte e l'oro europeo con la squadra francese. È diventato presidente della FFJDA, vice presidente della EJU e segretario generale della IJF.
Il 5 ottobre 2017 ha ricevuto da François Hollande (Presidente francese 2012-2017) gli "Insignes de Commandeur de la Légion d'Honneur", una delle più alte onorificenze in Francia.