ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Caldo record a maggio: più 0,63° in 30 anni di rilevazioni

euronews_icons_loading
Caldo record a maggio: più 0,63° in 30 anni di rilevazioni
Diritti d'autore  Peter Komka/MTVA - Media Service Support and Asset Management Fund
Dimensioni di testo Aa Aa

Prima e dopo il confinamento. La cappa di smog, asfissiante solo a vederla, si è temporaneamente dissolta su tante delle più inquinate città del mondo, in coincidenza con il lockdown. La cura preventiva contro il coronavirus è stata anche una cura per l'ambiente ma il timore è che si tratti di una goccia nel mare: il termometro del pianeta, ci dice che maggio è stato un mese troppo caldo in tante parti del mondo anche se in Europa le temperature sono state inferiori alla media. I dati sono del Copernicus climate change service, il servizio su input della commissione europea, pubblica il bollettino che riassume miliardi di rilevazioni da satelliti, navi, aerei e stazioni meteorologiche in tutto il mondo.

In tante regioni temperature sotto la media, ma sugli oceani l'aria è sempre più calda

E ci dice che questo maggio è sopra la media delle rilevazioni dal 1981 al 2010, più caldo di 0,63 gradi centigradi con temperature fino a 10 gradi sopra la norma in Siberia, seguita da Alaska e Antartide, lungo le Ande al confine con il Cile e l'Argentina; più caldo della media nel nord America e nell'estremo sud delle Americhe, nell'Africa nord-occidentale, centrale e sud-occidentale e nel sud-est asiatico.

Le regioni con temperature inferiori alla media comprendono la maggior parte del Canada centrale e orientale, gli Stati Uniti orientali, il Brasile meridionale, parti dell'Asia meridionale e l'Australia. Per l'Australia, è stato il primo mese dall'ottobre 2016 per il quale la temperatura media nazionale era inferiore alla media di lungo periodo 1961-1990.

Sebbene le temperature fossero leggermente inferiori alla media in diverse regioni di tutti i principali oceani, le temperature dell'aria sul mare erano prevalentemente superiori alla media del 1981-2010
Copernicus climate change service

Sebbene le temperature fossero leggermente inferiori alla media in diverse regioni di tutti i principali oceani, le temperature dell'aria sul mare erano prevalentemente superiori alla media del 1981-2010.

In Europa caldo al sud controbilanciato però da temperature fredde nel nord e nell' est del continente per questo maggio. Ma anche se maggio resta più fresco nel vecchio continente rispetto alla media globale, la primavera in generale è stata calda: + 0,7° per marzo-maggio 2020 rispetto allo stesso periodo nel trentennio 1981-2010.