ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In Portogallo niente scuola fino a settembre. Ma si può imparare davanti alla tv

euronews_icons_loading
In Portogallo niente scuola fino a settembre. Ma si può imparare davanti alla tv
Diritti d'autore  AP Photo/Armando Franca
Dimensioni di testo Aa Aa

Il terzo quadrimestre è iniziato, ma le scuole rimarranno vuote in Portogallo. Le lezioni saranno impartite a distanza, grazie a internet e alle videochiamate."Questo sforzo collettivo di insegnanti e studenti è di per sé un'esperienza di apprendimento e anche questo deve essere valorizzato", spiega un insegnante delle superiori, Hélder Santos.

Circa 200.000 alunni in Portogallo non hanno un computer o l'accesso a internet. Ma si può comunque avere il materiale di studio in versione cartacea, recuperandolo a scuola oppure grazie alla partnership tra l'istituto e le poste. In questo modo gli studenti ricevono a casa il materiale scolastico e possono poi inviare i loro lavori per la valutazione.

Lezioni dal tubo catodico

Inoltre, a partire dalla prossima settimana si potrà addirittura imparare attraverso la televisione. "Oggi ho con me la pelle di un serpente, perché la muta è il tema della nostra prima lezione", dichiara una professoressa che parteciperà al progetto televisivo #EstudoEmCasa (studio a casa, in portoghese). "I bambini che ci vedranno, troveranno degli insegnanti diversi dai loro, vedranno cose diverse e potrebbe essere anche qualcosa di positivo tutto sommato".

A causa della pandemia, il governo ha deciso che la maggior parte degli studenti tornerà in classe solo per il prossimo anno scolastico. La sola eccezione è costituita dagli studenti dell'11° e 12° anno, che potranno tornare prima dell'estate, se il Covid-19 sarà sotto controllo nel Paese.