'Covid in carcere', protesta a Napoli

'Covid in carcere', protesta a Napoli
"Qui per pagare ma, non con vita". "Battitura" a Secondigliano
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 05 APR - "Entrato il covid-19 nel carcere, aiutateci" e "siamo qui per pagare ma non con la vita": sono le scritte su due lenzuola bianche che i detenuti del carcere napoletano di Secondigliano hanno steso all'esterno delle celle a causa della notizia, che sta circolando nell'istituto penitenziario riguardante un caso di covid in carcere. I detenuti poco fa hanno attirato l'attenzione con la cosiddetta "battitura", cioè facendo rumore battendo oggetti metallici sulle sbarre delle celle. Secondo quanto si è appreso si tratterebbe di un detenuto con la febbre che la direzione ha messo in isolamento e sul quale nelle prossime ore saranno eseguiti accertamenti. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Zelensky: "Dall'inizio della guerra morti 31mila soldati ucraini"

Mar Rosso, nuovi attacchi degli Houthi a navi da guerra e a una petroliera Usa

Elezioni legislative in Bielorussia, l'opposizione chiede di boicottare il voto