Ordinano mascherine e poi rapinano

Ordinano mascherine e poi rapinano
Arrestati due fratelli nel Brindisino, commerciante picchiato
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ORIA (BRINDISI), 26 MAR - Hanno ordinato da un commerciante cinese 12mila mascherine, concordando il prezzo di un euro l'una. Ma quando il venditore ha consegnato la merce, è stato minacciato, picchiato e derubato da due fratelli che hanno organizzato la rapina. E' accaduto a Oria dove sono stati arrestati un 30enne e un 23enne di Erchie, nel Brindisino. I due avrebbero conquistato la fiducia del commerciante comprando e pagando regolarmente 450 mascherine insistendo poi per un ordine più cospicuo da 12mila euro. Quando il commerciante ha consegnato le mascherine, uno dei due fratelli, il 30enne, gli ha dato un assegno da 8.000 euro convincendolo a seguirlo da un altro cliente che avrebbe saldato il conto. Arrivati a destinazione, però, ad attenderli c'era il 23enne. A quel punto i fratelli hanno minacciato con un coltello il commerciante per farsi restituire l'assegno e l'hanno preso a pugni intimandogli di non denunciare l'accaduto. L'assegno e le mascherine sono state poi recuperati e restituiti al venditore.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco