Cara Bari,#iorestoacasa lingue migranti

Cara Bari,#iorestoacasa lingue migranti
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BARI, 10 MAR - L'hashtag #iorestoacasa è stato tradotto nelle lingue parlate dagli ospiti del Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Bari-Palese, gestito dalla cooperativa Auxilium, come le indicazioni previste dal DPCM per contenere la diffusione del coronavirus. Nell'hashtag stampato per i migranti del centro, la parola "casa" è stata sostituita da "Cara", perché dal loro arrivo in Italia è la loro casa, #ISTAYATC.A.R.A. e #moijerestàC.A.R.A. A Bari, spiega il direttore della struttura Michele Di Lorenzo, "ci eravamo mossi già prima del decreto, affiggendo le informazioni in tutti i punti con maggiore concentrazione di ospiti", con i testi corredati di immagini esplicative. "Gli operatori, mediatori ed educatori del centro, aiutati da esercito e polizia, da giorni stanno sensibilizzando i migranti sulla necessità di evitare contatti". Nella mensa e nei luoghi di culto, gli operatori, muniti di mascherine e guanti, fanno in modo che gli accessi siano limitati e gli ospiti restino a distanza di sicurezza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente, la comunità internazionale e il G7 chiedono moderazione a Israele e all'Iran

Napoli: nave veloce da Capri urta contro la banchina, almeno 29 feriti

Le notizie del giorno | 19 aprile - Pomeridiane