EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Intesa Sanpaolo-Ubi banca, più ricavi e meno occupati

View of a Intesa Sanpaolo bank branch in Milan. (AP Photo/Antonio Calanni)
View of a Intesa Sanpaolo bank branch in Milan. (AP Photo/Antonio Calanni) Diritti d'autore Antonio Calanni / ASSOCIATED PRESSAntonio Calanni
Diritti d'autore Antonio Calanni / ASSOCIATED PRESS
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Intesa Sanpaolo annuncia un'Offerta Pubblica di Scambio Volontaria sulla totalità delle azioni di UBI Banca. Un'offerta di scambio da 4,8 miliardi. Nel 2022 utile netto di oltre 6 miliardi e 2000 dipendenti in meno

PUBBLICITÀ

Intesa Sanpaolo annuncia un'Offerta Pubblica di Scambio Volontaria sulla totalità delle azioni di UBI Banca. Un'offerta di scambio da 4,8 miliardi, cha avvia il consolidamento del primo gruppo bancario italiano.

L'offerta prevede che per ogni 10 azioni di Ubi portate in adesione verranno corrisposte 17 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo di nuova emissione. La struttura dell'operazione valorizza le azioni della banca bergamasca 4,25 euro con un premio di oltre il 25% sulla chiusura di venerdì scorso e per realizzarla Intesa Sanpaolo chiederà ai soci, il 27 aprile, il via libera ad un aumento di capitale a servizio dell'offerta.

I numeri

Con l'integrazione di Intesa Sanpaolo e Ubi l'ammontare degli impieghi della nuova realtà sarà di circa 460 miliardi di euro, il risparmio che gli italiani affidano alla nuova banca supererà il valore di 1,1 trilioni di euro, i ricavi saranno pari a 21 miliardi. Insieme - prevede il ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina - si creerà un colosso europeo in grado di raggiungere un utile netto di oltre 6 miliardi di euro nel 2022. In quello stesso anno, il gruppo dovrebbe contare 2.030 dipendenti in meno di oggi.

Se ci sarà un'adesione totale, gli attuali azionisti di Ubi Banca potranno detenere fino al 10% della società nata dalla combinazione, che presenta alcune condizioni. La mossa, che non è ostile né concordata, al punto che l'ad di Ubi Victor Massiah l'avrebbe saputo solo all'ultimo momento.

Per evitare profili antitrust Intesa Sanpaolo ha coinvolto nell'operazione Bper e Unipol: se la fusione andasse in porto l'istituto modenese comprerebbe circa 4-500 filiali e 1,2 milioni di clienti nel Nord Italia; UnipolSai, invece, rileverà le attività nella bancassicurazione di Ubi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Antitrust: l'Ue multa 5 banche

Come sostenere le Banche europee e i risparmiatori

La premier Meloni punta agli extraprofitti delle banche