EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Brexit, Johnson rilancia e propone elezioni anticipate

Brexit, Johnson rilancia e propone elezioni anticipate
Diritti d'autore  REUTERS/Hannah McKay
Diritti d'autore  REUTERS/Hannah McKay
Di Cecilia Cacciotto
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Boris Johnson si dice pronto a concedere al Parlamento più tempo per discutere serenamente l'accordo sul divorzio Ue ma in cambio vuole elezioni anticipate

La Camera dei Comuni approva il Queen's speech

PUBBLICITÀ

Il premier britannico Boris Johnson incassa il sì della Camera dei Comuni che ha approvato senza emendamenti significativi il Queen’s Speech, ossia le linee del programma di governo, lette tradizionalmente dalla Regina a Camere riunite. I sì sono stati 310, i no 294.

Subito dopo è stata formalizzata la presentazione per lunedì di una mozione per la convocazione di elezioni anticipate il 12 dicembre, ma l’opposizione laburista per ora ha preso tempo.

La capogruppo Labour, Valerie Vaz, ha dichiarato senza sbilanciarsi: "Il Labour sosterrà le elezioni anticipate se è permesso dalle circostanze".

Scacco matto o che cosa?

"Temo che i nostri amici europei risponderanno alla richiesta del Parlamento concedendo una proroga, che in realtà non voglio affatto - ha spiegato il premier - precisando che la sua “opzione preferita” è invece un breve rinvio della Brexit che non vada oltre il 30 novembre”.

Consapevole che probabilmente la proroga concessa da Bruxelles andrà al 31 gennaio prossimo, Johnson si è dichiarato disposto a “essere ragionevole con il Parlamento concedendo più tempo per discutere e approvare l’accordo sulla Brexit a patto che le opposizioni accettino elezioni generali.

"È l'unica altrenativa, perché questo parlamento dura da troppo tempo senza maggioranza e non vuole arrivare alla Brexit. Penso sia arrivato il momento per l'opposizione di sottoporsi al giudizio collettivo degli elettori".
Boris Johnson sull'idea di elezioni anticipate

I leader europei decideranno se estendere oltre il 31 ottobre il limite per l'uscita di Lond ra dal Club dei 28. La Francia si dice disponibile a patto che Londra riesca a giustificare il ritardo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I 27 dell'Ue sono d'accordo: un'altra proroga per la Brexit

Brexit, Donald Tusk: Proporrò a Ue di accettare richiesta proroga

Stonehenge riapre al pubblico dopo il blitz vandalico di Just Stop Oil: "i monoliti sono integri"