ULTIM'ORA

Save the Children: in Italia in 10 anni triplicati i bimbi poveri

Save the Children: in Italia in 10 anni triplicati i bimbi poveri
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

In 10 anni sono triplicati in Italia i minori poveri: sono unmilione e 260mila, nel 2008 erano 375 mila. La loro distribuzione è equa nel Paese: di questi bambini, 563 mila vivono nel mezzogiorno, 508 mila al nord e 192 mila al centro.

Presentando il rapporto sulla poverà 'atlante dell'infanzia', Save the Children ha lanciato la campagna 'Illuminiamo il futuro' per il contrasto alla povertà educativa, una piaga silenziosa di cui si sa ancora troppo poco.

La campagna, che viaggia sul web con l'hashtag #italiavietatAiminori, è associata a 16 luoghi simbolici inaccessibili ai minori.

L'atlante dell'infanzia, ritratto a tinte fosche

Secondo il report presentato da Save the Children sulle condizioni dei ragazzi in Italia curato da Giulio Cederna:

- un ragazzo su 7 ha abbandonato precocemente gli studi,

- quasi la metà dei bambini e degli adolescenti non ha letto un libro extrascolastico in un anno

- sono circa 500.000 i bambini e ragazzi sotto i 15 anni che crescono in famiglie dove non si consumano regolarmente pasti proteici e 280.000 sono costretti ad un'alimentazione povera sia di proteine che di verdure

- circa 1 su 5 non fa sport

La condizione di indigenza e disagio sociale accomuna, indiscriminatamente, bambini e adolescenti di nord e sud.

La povertà materiale va di pari passo con il pericoloso trend di quella educativa, dove l'abbandono scolastico mette a serio rischio il futuro dei più piccoli.

Dal rapporto emergono profondi divari regionali che vedono Campania, Calabria e Sicilia agli ultimi posti.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.