Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Elezioni in Polonia con il nodo LGBT

Elezioni in Polonia con il nodo LGBT
Diritti d'autore
رويترز
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Polonia domenica al voto per eleggere deputati e senatori, ma la campagna elettorale presenta un nodo non facile da sciogliere, quello sui diritti dei gay, e che contrappone il partito di Diritto e Giustizia, attualmente al Governo e appoggiato dalla Chiesa Cattolica e la Coalizione di Sinistra.

YGA KOSTRZEWA, ATTIVISTA LGBT "Siamo attaccati durante le marce e anche per strada quando indossi, non lo so, un pantalone rosso e ti urlano: "sembri un gay ". Tutto cio' è stupido, ma purtroppo è frequente".

Talmente frequente che i gay pride sono scortati dalla Polizia. A differenza di altri paesi dell'Unione Europea, unioni civili e matrimonio per coppie dello stesso sesso, in Polonia, sono illegali.

JAROSLAW KACZYNSKI, DIRITTO E GIUSTIZIA
"La famiglia è una donna, un uomo in una relazione permanente e i loro figli".

Il leader del partito Diritto e Giustizia ha anche denunciato l'omosessualità come ideologia e minaccia per la società polacca. Una popolazione che si identifica in modo schiacciante come cattolica romana.

OLIVER WHITFIELD-MIOCIC, EURONEWS
"La Chiesa, in vista delle elezioni, ha lanciato attacchi contro le comunità LGBT. Ad agosto l'arcivescovo di Cracovia, la seconda città della Polonia, ha definito la comunità gay una "piaga arcobaleno".

Secondo quanto riferito, alcuni sacerdoti hanno anche consigliato alle loro congregazioni quali politici sostenere alle elezioni di domenica. Il governo polacco cofinanzia la Chiesa cattolica e le sovvenzioni sono aumentate significativamente negli ultimi anni.

Ma una nuova coalizione politica gay friendly non la pensa cosi"

DARIUSZ STANDERSKI, LEADER DEL PROGRAMMA DI COALIZIONE SINISTRA
"La nostra coalizione, la sinistra, chiede una società più aperta, tollerante e secolare. Dobbiamo dividere chiesa e stato, come nel resto d'Europa, perché la chiesa sta influenzando la politica polacca da troppi anni. "

I sondaggi mostrano che l'atteggiamento delle persone nei confronti della comunità LGBT in Polonia sta lentamente diventando più favorevole. Ma gli stessi sondaggi vedono in testa Diritto e Giustizia. Con loro al potere, una uguaglianza di diritti appare, per ora, impossibile.