Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Al Serraj all'Onu: "Haftar criminale"

Al Serraj all'Onu: "Haftar criminale"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un attacco esplicito al suo anatagonista Haftar, definito "criminale assetato di sangue". Una denuncia contro le "interferenze" di paesi come Francia ed Egitto. Un appello a tornare al dialogo, ma solo dopo aver sconfitto l'offensiva su Tripoli che dura da mesi. Sono alcuni dei punti toccati davanti all'Assemblea generale dell'Onu a New York da Fayez al-Serraj, premier del Governo libico di unità nazionale, che ha così voluto presentarsi come il rappresentante legittimo ed esclusivo delle istituzioni libiche.

Di Maio e Le Drian presiedono insieme

Sempre al Palazzo di Vetro per la giornata di giovedi è in programma un incontro sulla Libia presieduto insieme dai ministri degli Esteri di Roma e Parigi, Di Maio e Le Drian. Nonostante le passate divergenze, i due paesi - che hanno elaborato una road map congiunta - si dicono ora disponibili a impegnarsi in un processo politico che culminerà nella Conferenza di Berlino in agenda per ottobre; conferenza alla quale Di Maio propone la partecipazione anche di Algeria Tunisia.

Haftar apre al dialogo

Sul terreno intanto, il generale Haftar, dopo averlo a lungo respinto, apre a un possibile dialogo con l'Onu, seppure a determinate condizioni, ma prosegue il suo attacco alla capitale che continua a causare morti e feriti.

Vittime anche a Murzuq, per un attacco aereo statunitense contro "obiettivi dell'Isis", in cui sono rimasti uccisi almeno undici combattenti islamici.