Austria verso le elezioni, i sondaggi danno il partito di Kurz al primo posto

Austria verso le elezioni, i sondaggi danno il partito di Kurz al primo posto
Di Eloisa Covelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Imbarazzo per un manifesto identico a quello dell'FPÖ

PUBBLICITÀ

Manca meno di un mese alle elezioni politiche in Austria. Il paese andrà al voto anticipato il 29 settembre dopo che l'Ibiza gate ha travolto il governo. Secondo il sondaggio del Politico il partito del cancelliere Kurz resta al primo posto e con una crescita di 4 punti percentuali arriva al 35%, che però non basta a governare da soli. Il suo elettorato non vede bene una nuova alleanza con il partito di estrema destra Fpö, che ha provato a scaricare Strache dopo lo scandalo, e sta spendendo Herbert Kickl per la campagna elettorale.

Ma la circostanza che ha imbarazzato il cancelliere uscente è che l'ex alleato ha usato il suo stesso motto per i manifesti "Uno che parla la nostra lingua". E subito i due partiti si sono accusati reciprocamente di spionaggio. I manifesti per giunta sono usciti dalla stessa tipografia.

Cosa dicono i sondaggi

I sondaggi prevedono anche un exploit dei Verdi, che nel 2017 non sono riusciti a superare la soglia di sbarramento e che ora vengono dati al 12 percento, grazie anche alla crescente preoccupazione sui cambiamenti climatici. Il Partito socialdemocratico socialdemocratico (SPÖ) e il FPÖ di destra sono in corsa per il secondo posto con il 20 percento ciascuno.

Risorse addizionali per questo articolo • Der Standard, Stern

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Austria: Sebastian Kurz, il "ragazzo prodigio" verso la rielezione

Austria, al via i duelli elettorali in tv

Austria: Strache ancora nei guai, perquisita la sua casa