Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Austria verso le elezioni anticipate, lo annuncia il cancelliere Kurz

Austria verso le elezioni anticipate, lo annuncia il cancelliere Kurz
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Austria travolta dalla crisi di governo a 8 giorni dal voto per le europee andrà a elezioni anticipate. Verranno convocate il prima possibile. Lo ha annunciato il cancelliere Sebastian Kurz alla fine di una giornata campale iniziata con le dimissioni del vice-cancelliere austriaco Heinz-Christian Strache del partito di estrema destra FPÖ (il partito delle libertà austriaco).

Il passo indietro dopo la pubblicazione di un video compromettente sull'atteggiamento del partito di ultradestra verso i russi e l'annuncio, da parte del cancelliere, di non volere più alcuna forma di collaborazione con il suo vice.

Il vice-cancelliere è già stato sostituito nel suo incarico dal ministro dei trasporti Norbert Hofer. Il governo va avanti ma è nel caos a soli 8 giorni dalle elezioni europee.

Dimissioni e proteste di piazza

Strache ha lasciato anche la carica di leader del partito di estrema destra FPÖ, ha ammesso di aver commesso un "errore" e spiegato di ritirarsi per evitare la caduta del governo. Ha inoltre denunciato che i servizi segreti gli hanno teso un agguato per compiere il suo "assassinio politico" al momento giusto.

Si è dimesso anche il capogruppo in parlamento dell' FPÖ Johann Gudenus che avrebbe organizzato l'incontro.

Intanto circa 5000 persone manifestano a Vienna sotto la sede della cancelleria dopo lo scandaloso video.

Il video

Il video che ha portato il vice cancelliere alle dimissioni è stato girato a Ibiza durante la campagna elettorale del 2017 e pubblicato sullo Spiegel e sulla S**ü**ddeutsche Zeitung.

Qui il video sulla Süeddeutsche Zeitung

Nel video si vede Strache sul divano a Ibiza con una sedicente nipote di un oligarca russo che si offriva di investire circa 250 milioni di euro per acquisire quote della stampa austriaca, in particolare del quotidiano "Kronen Zeitung", con soldi in nero di provenienza ignota. "Se lei acquisisce la Kronen Zeitung tre settimane prima delle elezioni e ci mette al primo posto, possiamo parlare di tutto", dice Strache e quindi promette favori, tipo appalti ad aziende russe, in cambio dell'impegno economico.

La donna era in realtà un'adescatrice e l'incontro a Ibiza una trappola.