Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Dimenticatevi Trump: Bukele, presidente di El Salvador, licenzia e assume gente su Twitter

Dimenticatevi Trump: Bukele, presidente di El Salvador, licenzia e assume gente su Twitter
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Se pensate che Trump o Salvini abbiano un problema con Twitter, sappiate che là fuori c'è un politico ancora più estremo: il neo-eletto presidente "millennial" di El Salvador, Nayib Bukele.

"A volte il calice è amaro", ha twittato il capo di stato del Paese "pollicino d'America" dopo aver licenziato la sua prima persona su Twitter il giorno dopo il giuramento, lo scorso 1 giugno. Si trattava solo un'avvisaglia di ciò che sarebbe successo nei giorni successivi.

In meno di una settimana, Bukele ha ordinato la rimozione di una trentina di funzionari pubblici legati al Frente Farabundo Martí (FMLN). Un terzo di loro erano familiari dell'ex presidente Salvador Sánchez Cerén. Tutto questo alla luce del sole, davanti agli occhi del mondo, su Twitter, chiosando con la parola "medicina".

I nuovi membri dell'esecutivo non si sono fatti trovare con le mani in mano e hanno risposto solleciti e solerti ai suoi cinguettii. "Subito, Presidente", ha scritto per esempio la ministra Michelle Sol.

Non solo licenziamenti su Twitter: spazio anche ai colloqui di lavoro

Nonostante Bukele abbia già licenziato più persone che durante tutto il mandato di Sanchez Céren, il presidente nato in Palestina ha usato Twitter anche per le assunzioni. È il caso, ad esempio, di Rafael Castaneda, un talentuoso studente di architettura che qualche mese fa aveva quasi abbandonato la scuola a causa di problemi economici. Desiderando continuare gli studi, aveva lanciato un piccolo progetto di produzione di autobus di cartone, in scala. Quando Nayib ha letto la sua storia su un giornale nazionale, ha "ordinato" al commissario presidenziale per i progetti strategici di fare un colloquio di lavoro al giovane.

Qualche ora più tardi, l'annuncio: il giovane è stato assunto immediatamente con il compito di aiutare a modernizzare le scuole salvadoregne.

La campagna di reclutamento online del presidente, che vanta oltre 700mila follower su Twitter e quasi altrettanti sull'attivo profilo Instagram, ha coinvolto anche posti più importanti e strategici come quello di Zelma Escalante, nominata vicedirettrice nazionale della sicurezza pubblica e della polizia nazionale.

"Sono ufficialmente il presidente più cool del mondo"

Questo il tweet fissato in cima al profilo di Bukele. Si tratta di un video realizzato dallo Youtuber messicano JacoboWong in cui si parla dell'ondata di licenziamenti ordinata dal mandatario salvadoregno. Nel video è definito il "presidente più cool del mondo"; per tutta risposta, Bukele ha ordinato all'artista di farsi il bagno più spesso dato che una delle prime cose dette da JacoboWong è che è troppo pigro per lavarsi.

Su Twitter, il video è stato condiviso più di 5mila volte e apprezzato da quasi 40mila utenti.

In molti, a El Salvador, sono sorpresi dall'approccio poco convenzionale del loro presidente, altri si dicono invece contenti che il loro capo di Stato faccia qualcosa di concreto per il Paese. Non mancano i tweet ironici...

Per alcuni, tuttavia, Bukele sta portando avanti una "guerra" contro il partito FMLN e abusando del suo potere presidenziale. Non solo: i media locali hanno fatto notare come anche nel suo governo c'è spazio per vari membri della sua famiglia.

Bukele futuro "presidente di Twitter"?

Qualche ora fa, l'ultimo ordine presidenziale: si impone a tutti di mettere like a questo tweet e fare di Bukele il Presidente di Twitter.