EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Judo, Hohhot Grand Prix: Iran sul gradino più alto del podio

Judo, Hohhot Grand Prix: Iran sul gradino più alto del podio
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Seconda giornata cinese caratterizzata da un equilibrio sostanziale, nell’ambito del quale spicca la medaglia d’oro appannaggio dell’iraniano Mollaei

PUBBLICITÀ

Grand Prix di judo ad Hohhot, seconda giornata cinese caratterizzata da un equilibrio sostanziale, nell’ambito del quale spicca la medaglia d’oro appannaggio dell’iraniano MOLLAEI.

Proprio lui, uomo del giorno ed attuale campione del mondo, infatti, tra gli uomini -81 kg conquista il gradino più alto del podio, sconfiggendo il nipponico FUJIWARA.

Si tratta di una rivincita della finale del Campionato Mondiale 2018, che si chiude però alla stessa maniera.

Terza piazza per il sudcoreano LEE ed il tedesco RESSEL.

Categoria donne -63 kg: oro per la naturalizzata tedesca TRAJDOS, dopo il successo nella finalissima ai danni della cinese Jing TANG.

La sua sfida decisiva è un crescendo, tanto da lanciare l'antagonista per due volte: prima con tecnica maki-komi finalizzata al waza-ari, poi con tecnica o-uchi-gari finalizzata al decisivo ippon.

Terzo gradino del podio per la cinese YANG e la nipponica NOUCHI.

A consegnare le medaglie è la signora Xian Dongmei, Presidente della Federjudo cinese.

"La fiducia sta tornando - dice la vincitrice - penso sia la cosa più importante che ti serve sul tappeto: non è stato piacevole non vincere medaglie per un po' ma ora, con Tbilisi, Baku e qui di nuovo, sto meglio, mi sento bene".

Categoria uomini -73 kg: a sbaragliare a concorrenza ci pensa l’azero HEYDAROV, giustiziere dell’emiratino SCVORTOV.

Bronzo per il canadese MARGELIDON ed il tedesco WANDTKE.

Consegna le medaglie Naser Al Tamemi, tesoriere generale della Federazione Internazionale.

Tra le donne -70 kg, su tutte la giapponese NIIZOE, la quale sconfigge in finale la svedese BERNHOLM.

Terzo gradino del podio per la tedesca SCOCCIMARRO e la canadese ZUPANCIC.

Per chiudere, oggi ci sono ben quattro mosse del giorno:

  1. la cinese SUN, categoria -70 kg, con pregevole tecnica tecnica o-uchi-gari;

  2. l’emiratino SCVORTOV, argento nella categoria -73 kg, grazie alla tecnica seoi nage finalizzata all'ippon;

  3. la tedesca SCOCCIMARRO, donne -70 kg, con una potente tecnica ko soto gari;

  4. infine, il tedesco WANDTKE, categoria -73kg, per effetto dell'abile mossa che gli vale il bronzo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Budapest Grand Prix: sorridono Kosovo e Georgia

Judo, Baku Grand Slam: assoluto equilibrio nell’ultima giornata

Judo, il Giappone domina nell'ultimo giorno dei Campionati del mondo