ULTIM'ORA

Crisi austriaca: le ripercussioni sugli equilibri interni a una settimana dalle Europee

Crisi austriaca: le ripercussioni sugli equilibri interni a una settimana dalle Europee
Diritti d'autore
REUTERS/Leonhard Foeger
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi di governo in Austria si avvita su se stessa.

Il cancelliere Sebastian Kurz intede destituire il ministro dell'Interno, Herbert Kickl, esponente dell'Fpoe, la formazione di ultradestra (con cui governa in coalizione) all'origine dello scandalo che ha causato la crisi di governo.

Kurz lunedì mattina ha spiegato:

"La decisione del ministro dell'Interno di nominare il suo già controverso Segretario Generale Peter Goldgruber, come Direttore Generale della Pubblica Sicurezza (l'alto funzionario di polizia austriaco), dimostra che non c'è la consapevolezza necessaria per giudicare cosa è accaduto e per affrontare lo scandalo".

Immediata la risposta del ministro dell'Interno, Herbert Kickl, esponente dell'Fpoe:

"Quando si è trattato di indagini e procedimenti giudiziari contro politici di alto livello dell'ÖVP, come Ernst Strasser, allora ministro delle Finanze, per corruzione, sia il ministero della Giustizia che il ministero dell'Interno erano guidati dai Popolari. Mi chiedo quindi come mai, il Cancelliere federale o i suoi consulenti vadano così lontano, oggi, stigmatizzando il comportamento di un normale funzionario statale come abuso d'ufficio".

A innescare la crisi sabato scorso un video in cui il vicecancelliere Heinz-Christian Strache (Fpö) i promette favori a una presunta ereditiera russa vicina a Putin.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.