Evani, demolire S.Siro? E' un tempio

Evani, demolire S.Siro? E' un tempio
"Genera emozioni uniche, ricordo i 70mila spettatori in B"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 28 MAR - ''L'idea di demolire San Siro non mi piace. E' un monumento, un tempio, non solo uno stadio. Sarebbe come abbattere il Colosseo a Roma''. Alberigo Evani, ex giocatore del Milan e attuale vice allenatore della nazionale, si dice contrario alla possibilità che Inter e Milan possano costruire un nuovo impianto al posto di San Siro. ''Solo entrare in uno stadio del genere - aggiunge Evani, a margine della presentazione della sua autobiografia 'Non chiamatemi Bubu' - genera emozioni uniche e intense, mette pressione. Alcuni giocatori molti bravi hanno fatto fatica a giocare nel Milan o nell'Inter proprio perché non è facile avere tanti occhi addosso. Il mio ricordo più bello di San Siro? Mi fa piacere ripensare all'anno della Serie B, quando a San Siro venivano oltre 70mila persone''.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Kiev affonda nave di Mosca, 44 attacchi russi a Sumy e due morti nel Donetsk

Le notizie del giorno | 05 marzo - Mattino

Usa, Corte suprema dà l'ok a Trump: strada spianata verso le elezioni di novembre