Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serbia: migliaia di oppositori contro Vučić

Serbia: migliaia di oppositori contro Vučić
Dimensioni di testo Aa Aa

Scontri tra manifestanti e polizia a Belgrado davanti al palazzo presidenziale: migliaia di oppositori del presidente serboAleksandar Vučić continuano a protestare per chiedere le sue dimissioni, oltre a elezioni libere e democratiche. Gli agenti in tenuta antisommossa presidiano l’edificio.

"La Serbia non permetterà che si minacci qualcuno con la violenza. Chiunque creda che con il vandalismo, la violenza e gli attacchi alle persone si possano ottenere risultati politici, si sbaglia. Non voglio parlare con leader fascisti come Boško Obradović. Non voglio farlo neanche adesso che la mia vita è in pericolo, perché non mi interessa e non ho affatto paura", ha detto il presidente durante una conferenza stampa straordinaria, a seguito dell'irruzione, sabato, da parte dei manifestanti nella sede dalla tv di Stato.

Gli oppositori prentendono uno spazio nei notiziari della televisione pubblica e accusano il presidente di imbavagliare i media e impedire la libertà d'espressione. Oltre alla capitale, proteste si sono tenute anche in altre città della Serbia.