Sfigurata da marito: dubbi su morte ex

Sfigurata da marito: dubbi su morte ex
Battaglia in tribunale Cagliari sul caso di Valentina Pitzalis
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 31 GEN - Non ci sarebbero evidenti segni di violenza sul corpo di Manuel Piredda, muratore 27enne di Gonnesa, né ferite d'arma da fuoco o lesioni provocate da oggetti contundenti. Nessuna frattura o danni al cranio: il giovane, quindi, non sarebbe morto per traumi esterni e neppure per avvelenamento, ma i periti del Gip di Cagliari, Elena Mazzeo e Claudia Trignano, tendono anche ad escludere che sia stato l'incendio ad ucciderlo, visto che nei resti dei polmoni non sono state trovate tracce di fumo. Questi, a quanto si è appreso, i primi esisti dell'incidente probatorio iniziato oggi, a porte chiuse, davanti alla giudice Maria Gabriella Muscas dopo la riesumazione del cadavere. Indagata con l'accusa di incendio doloso e omicidio - a seguito dell'esposto della famiglia della vittima - c'è l'ex moglie Valentina Pitzalis, diventata un simbolo in Italia, e non solo, della violenza sulle donne: il 18 aprile 2011 rimase sfigurata nel rogo della sua casa a Bacu Abis, nel Sulcis, costato la vita a Piredda.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Commissione Ue, il possibile ritorno di Mario Draghi in Europa piace in Italia

Usa, Donald Trump a cena con Andrzej Duda a New York: il tycoon sonda il terreno per la Casa Bianca

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista