ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sfigurata da marito: dubbi su morte ex

Sfigurata da marito: dubbi su morte ex
Battaglia in tribunale Cagliari sul caso di Valentina Pitzalis
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 31 GEN – Non ci sarebbero evidenti segni
di violenza sul corpo di Manuel Piredda, muratore 27enne di
Gonnesa, né ferite d’arma da fuoco o lesioni provocate da
oggetti contundenti. Nessuna frattura o danni al cranio: il
giovane, quindi, non sarebbe morto per traumi esterni e neppure
per avvelenamento, ma i periti del Gip di Cagliari, Elena Mazzeo
e Claudia Trignano, tendono anche ad escludere che sia stato
l’incendio ad ucciderlo, visto che nei resti dei polmoni non
sono state trovate tracce di fumo. Questi, a quanto si è appreso, i primi esisti dell’incidente
probatorio iniziato oggi, a porte chiuse, davanti alla giudice
Maria Gabriella Muscas dopo la riesumazione del cadavere.
Indagata con l’accusa di incendio doloso e omicidio – a seguito
dell’esposto della famiglia della vittima – c‘è l’ex moglie
Valentina Pitzalis, diventata un simbolo in Italia, e non solo,
della violenza sulle donne: il 18 aprile 2011 rimase sfigurata
nel rogo della sua casa a Bacu Abis, nel Sulcis, costato la vita
a Piredda.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.