ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una Berlino blindata per Erdogan

Lettura in corso:

Una Berlino blindata per Erdogan

Una Berlino blindata per Erdogan
Dimensioni di testo Aa Aa

In una Berlino blindatissima inizia la delicata visita di stato del presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

5000 agenti di polizia proteggeranno i suoi spostamenti. Nella capitale tedesca sono attesi cortei di protesta formati forse da decine di migliaia di persone.

La visita, molto controversa, inizia con l'incontro con Angela Merkel in cancelleria. Intanto i manifesti affissi sui muri la dicono lunga. Il pregresso certo non conforta: Erdogan aveva molto irritato l'occidente,le cancellerie europee ed era arrivato ad accusare il governo Merkel di metodi nazisti senza mai chiedere scusa. Attivisti di sinistra, dei diritti dell'uomo e i supporter dei kurdi saranno in prima fila nelle azioni di protesta.

Per Ali Ertan Toprak, dirigente dell'associazione curda di Germania si dimostrerà "quanto siano pacifici i curdi di Germania. Faremo di tutto per non lasciarci coinvolgere dalle provocazioni da qualunque parte provengano. Certo il PKK è classificato come organizzazione terroristica nell'Unione Europea e in Germania, pertanto i simboli del PKK sono vietati. Ma ovviamente c'è la possibilità che i giovani radicalizzati e i più facinorosi mostrino comunque i simboli. Noi, come l'organizzazione curda della Germania, non esporremo simboli vietati ".

Sabato Erdogan sarà invece a Colonia per inaugurare una moschea. Molte le manifestazioni di protesta annunciate a Berlino e in tutta la Germania in questi giorni.