EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La mummia di Basilea è una lontana parente di... Boris Johnson

La mummia di Basilea è una lontana parente di... Boris Johnson
Diritti d'autore 
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Svelato il mistero sull'identità della mummia, ritrovata 43 anni in una chiesa della città svizzera. Era una donna di ricca famiglia e uno dei suoi discendenti è il Ministro degli Esteri britannico

PUBBLICITÀ

Svelato il mistero della mummia di Basilea. Un gruppo di ricercatori svizzeri ha scoperto dopo oltre 40 anni l'identità della donna mummificata, ritrovata nel 1975 nella chiesa di Barfüsser. Si tratta di Anna Catharina Bischoff, una donna appartenente a una ricca famiglia locale, nata a Strasburgo - in Francia - nel 1719 e scomparsa nel 1787.

I ricercatori hanno quindi ricostruito il suo albero genealogico e... sorpresa, uno dei suoi discedenti è nientemeno che Boris Johnson, Ministro degli Esteri britannico.

"Inizialmente è stato uno choc. Ci sono voluti giorni prima di realizzare l'importanza di questa scoperta", commenta Rosemariy Brobst-Rhyner, discendente della mummia di Balisea.

"E' un caso raro e straordinario, perché non avevamo il minimo indizio. La maggior parte delle volte ce n'è almeno uno!", spiega il paleopatologo Frank Rühli.

Con l'aiuto dei registri di nascita, matrimonio e decessi, i genetisti hanno ricostruito la sua discendenza, fino ad arrivare a Johnson, che al momento non ha rilasciato commenti in merito.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Montagna, trovati i corpi di cinque sciatori svizzeri dispersi sul Cervino

Svizzera, le acque del Lago di Ginevra si riscaldano da 4 a 5 volte più velocemente degli oceani

La Svizzera pensa a più soldi per la difesa: "Esercito debole" dice la ministra Amherd