Venezuela: sospesa la raccolta di firme per il referendum contro Maduro

Venezuela: sospesa la raccolta di firme per il referendum contro Maduro
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I leader dell'opposizione al presidente non hanno più il diritto di lasciare il paese

PUBBLICITÀ

In Venezuela è stata sospesa la raccolta dlele firme per la richiesta di referendum contro Nicolas Maduro .

I sostenitori del presidente sono scesi in piazza a sostegno della decisione in varie parti del paese.

Oltretutto, a 7 leader dell’opposizione, ispiratori della campagna referendaria, viene ingiunto di non lasciare il territorio nazionale.

Diosdado Cabello , del partito di governo ha arringato così la folla a Managas:

Siamo certi che qui in Venezuela verrà fatta giustizia. Chi ha commesso frodi, dovrà risponderne e verranno perseguiti i colpevoli.

Il leader dell’opposizione Enrique Capriles , ex candidato alla presidenza, ha reso noto via twitter di essere fra coloro cui è vietato di recarsi all’estero.

4 milioni di firme

La campagna sarebbe dovuta partire il 27 ottobre. Ci voglio almeno 4 milioni di firme, ossia l’assenso del 20% dell’elettorato per ottenere il voto.

Per arrivare a questo, in una fase precedente, deve essersi espresso a favore del referendum almeno l’1% degli aventi diritto. Queste firme sono state presentate ma diversi tribunali locali avrebbero trovato irregolarità, da qui l’accusa di frode.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela, mandato d'arresto per il leader dell'opposizione Juan Guaidó

Ballano i diavoli in Venezuela

Irlanda: bocciati i referendum per cambiare la Costituzione su famiglia e ruolo della donna