ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, terrorismo. Una delle tre giovani donne arrestate era legata all'Isil

Lettura in corso:

Francia, terrorismo. Una delle tre giovani donne arrestate era legata all'Isil

Francia, terrorismo. Una delle tre giovani donne arrestate era legata all'Isil
Dimensioni di testo Aa Aa

Aveva aderito all’Isil una delle tre giovani donne sospettate di terrorismo e arrestate vicino a Parigi.

Tre giovani donne fanatiche, radicalizzate, preparavano con ogni probabilità azioni violente

Bernard Cazeneuve Ministro dell'interno francese

L’operazione che ha portato agli arresti è avvenuta a una ventina di km dalla capitale francese, a Boussy-Saint-Antoine.

Un testimone racconta:

Abbiamo visto una prima donna che correva e che ha cercato di pugnalare un poliziotto. L’agente è riuscito a scostarsi e le ha sparato. Abbiamo sentito i colpi. Hanno arrestato una donna e un’altra che scappava verso la stazione. E poi nei hanno presa una terza.

Attentato imminente

Secondo il ministro dell’interno francese Bernard Cazeneuve potrebbe essere stato scongiurato un nuovo attentato:

Queste tre donne, radicalizzate, fanatiche, di 39, 23 e 19 anni, preparavano con ogni probabilità nuovi azioni violente, oltretutto imminenti.

In particolare la diciannovenne Inès Maidani è la figlia del proprietario della macchina ritrovata pochi giorni fa a Parigi con il cofano pieno di bombole di gas e di taniche di benzina.

L’auto, a due passi dalla cattedrale di Notre Dame, era presumibilmente destinata a un attentato, anche se a bordo non sono stati trovati dispositivi d’innesco.

Secondo gli inquirenti l’obiettivo doveva essere una delle stazioni dell’hinterland parigino.