Questo caldo caldo giugno

Questo caldo caldo giugno
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Giugno 2015, il più caldo dal 1880 quando si iniziò a rilevare la temperatura. A annunciarlo la NOAA, l’agenzia americana che rileva la temperatura

PUBBLICITÀ

Giugno 2015, il più caldo dal 1880 quando si iniziò a rilevare la temperatura.
A annunciarlo la NOAA, l’agenzia americana che rileva la temperatura terrestre e degli oceani.

Secondo l’agenzia tutto il primo semestre del 2015 è stato da record, il 2014 non era stato da meno. Il surriscaldamento del pianeta è una dato acquisito.

Le anomalie della temperatura terrestre e degli oceani 1881-2014

Parlando di anomalie per quel che riguarda la temperatura, possiamo avere anomalie positive, che indicano che rispetto a un dato di riferimento c‘è stato un aumento, mentre un’anomalia negativa indica che si è registrato un abbassamento.
In questo grafico le anomalie registrate rispetto alle medie del XX secolo.

Dall’Asia all’Europa, il numero dei decessi è aumentato, 1150 persone sono morte a Karachi per il caldo. 700 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso nella sola Francia.

Anche l’India dove la temperatura a maggio ha raggiunto i 47 gradi conta le proprie vittime.

Numeri che non danno adito a dubbi: il cambiamento climatico deve essere una priorità per i governi, da affrontare alla stregua di qualsiasi altro fattore che minacci la sicurezza o la salute di un Paese.

Stando infatti ai calcoli pubblicati dalla rivista Scienze, il livello dei mari poterebbe aumentare di 6 metri anche se riuscissimo a contenere il riscaldamento climatico sotto i 2 gradi.

Alcuni economisti consigliano di mettere fine all’uso di combustibili fossili, sul banco degli imputati per il cambiamento climatico.

A chiederlo a livello mondiale anche papa Francesco, in una delel sue ultime encicliche:

“La nostra casa sta andando in rovina e ciò va a discapito di tutti, specialmente dei più poveri.
Il mio è un appello alla responsabilità, che si basa sul compito che dio ha dato all’uomo nella creazione: coltivare e prervare il giardino dove è stato messo”.

Chi, in ultima istanza, deve pagare per preservare questo giardino?
Gli esperti mettono in guardia, dall’inizio del 20 esimo secolo la temperatura è aumentata in maniera generale di 1 grado, in alcune zone dell’Asia e dell’Africa addirittura di 2, 5 gradi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, un agente di polizia e un vicesceriffo muoiono in una sparatoria nello Stato di New York

New York, avvertito terremoto magnitudo 4,8 con epicentro in New Jersey, chiusi gli aeroporti

Usa, dimesso con successo il primo paziente a cui è stato trapiantato un rene di maiale