EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

La creatività è importante, soprattutto in aula

La creatività è importante, soprattutto in aula
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

È la creatività il tema portante di quest’anno al Vertice di Doha sull’innovazione e l’educazione. Obiettivo: rendere l’istruzione un divertimento.

Ma, in un sistema incentrato sui risultati e sulla competitività, che possono fare gli insegnanti per scatenare la creatività?

Paul Collard, direttore di un’organizzazione che si chiama “Creatività, Cultura ed Educazione”, pensa di aver trovato alcune risposte: “Formiamo professionisti, artisti, registi e designer creativi – spiega – per mandarli nelle scuole a lavorare con gli insegnanti e ad aiutare a reinventare o reimmaginare l’apprendimento in classe. Lavorando in aula, con i ragazzi, è possibile assistere ad un cambiamento effettivo e sostenibile a lungo termine”.

Il programma di Collard è ampiamente utilizzato, in particolare nelle scuole dell’Europa settentrionale e orientale.

Ma la creatività può essere schematizzata? “Abbiamo una definizione molto chiara che chiamiamo ‘le abitudini della mente’”, dice ai nostri microfoni. “E queste sono: avere immaginazione. Ma anche essere curiosi, disciplinati, avere flessibilità mentale, essere collaborativi”.

Altri partecipanti al vertice hanno esplorato il modo in cui le neuroscienze e le scienze cognitive possono migliorare la creatività ed il pensiero critico.

“Dobbiamo guardare all’educazione come una scienza interdisciplinare, come una scienza che ha bisogno di progredire e alla quale dobbiamo dare il nostro contributo”, spiega Nascira Ramia, direttrice dei master in Scienze Educative dell’Università di San Francisco de Quito. “Soprattutto – aggiunge – vogliamo che i maestri siano formati con nuove conoscenze. Che partecipino alle ricerche e che siano meglio equipaggiati per prendere le loro decisioni quotidiane in aula”.

La creatività è il vero banco di prova per i partecipanti al summit. I laboratori di programmazione e di apprendimento individuale hanno attratto quasi 1.600 partecipanti a questo vertice internazionale sull’innovazione e l’educazione. Una maratona di tre giorni con più di 80 conferenze e dibattiti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Seta dorata e antica tessitura in mostra in Qatar

Dalla danza delle spade al teatro moderno, le arti performative prosperano in Qatar

Il regno degli sport da racchetta in Qatar, dal tennis al padel