EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Afa, inondazioni e caldo torrido. L'impatto del clima impazzito sulle nostre vacanze

Hundreds of people headed to the beach of La Malagueta during April's high temperatures.
Hundreds of people headed to the beach of La Malagueta during April's high temperatures. Diritti d'autore Europa Press/ABACA via Reuters Connect
Diritti d'autore Europa Press/ABACA via Reuters Connect
Di Rosie Frost
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

L'Europa si surriscalda e i turisti cambiano le mete classiche delle vacanze estive

PUBBLICITÀ

È innegabile che il tempo gioca un ruolo determinante sulle nostre vacanze. La maggior parte delle persone cerca il sole ma non il caldo torrido. Soprattutto se insieme all’afa ci sono anche piogge intense, inondazioni o incendi.

Con condizioni meteorologiche estreme e imprevedibili, che diventano sempre più comuni in Europa a causa del cambiamento climatico, i viaggiatori potrebbero trovarsi ad affrontare problemi o cambi di rotta quest'estate.

Il clima estremo ha già colpito l'Europa. A gennaio, otto paesi - Bielorussia, Repubblica Ceca, Danimarca, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Paesi Bassi e Polonia - hanno stabilito ondate di caldo anomalo il primo giorno del mese. La Francia ha battuto ogni record.

Il clima insolitamente caldo ha avuto effetti negativi in molte famose destinazioni sciistiche europee che hanno visto pochissima neve, comprese le Alpi. Alcuni sono stati costretti a ricorrere alla neve artificiale.

AP Photo
Vacanze al mareAP Photo

Ad aprile, il Portogallo e la Spagna hanno attraversato ondate di caldo estremo, con temperature che hanno raggiunto tra i 36,9°C e i 38,8°C nelle parti meridionali di ciascun paese.

A Maggio la calura ha lasciato il posto a temporali devastanti e inondazioni improvvise in Spagna, anche in zone dove non piove quasi mai. Le strade di Murcia sono diventate fiumi, con edifici allagati e innumerevoli strade chiuse. In alcune zone di Valencia le precipitazioni sono state abbondanti, secondo l'agenzia meteorologica nazionale AEMET.

Dopo una stagione sciistica secca e disastrosa, anche l'Italia è stata colpita da alluvioni mortali a maggio. In 36 ore in Emilia-Romagna è caduta tanta acqua come in sei mesi. Un evento drammatico che ha provocato almeno 13 morti, migliaia di sfollati e caos nei trasporti.

Luca Bruno/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
InondazioniLuca Bruno/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Le zone dell’Europa a rischio quest'estate

Il mondo potrebbe stabilire nuovi record di calore, anche quest'anno, a causa del fenomeno meteorologico El Niño. Causato dalle acque dell'Oceano Pacifico che diventano molto più calde del solito, questo evento significa che probabilmente dovremo affrontare ondate di caldo più intense, stagioni calde prolungate e tempeste più potenti.

Si stima già che quest'anno sarà ancora più caldo rispetto al 2022 e il quinto o sesto anno più caldo mai registrato.

Le temperature in Spagna, Francia e Italia hanno una probabilità di essere superiori alla media del 60% tra giugno e agosto di quest'anno, secondo il Copernicus Climate Change Service. Ancora una volta a soffrire maggiormente sarà l’Europa meridionale e occidentale.

Le previsioni stagionali danno anche precipitazioni superiori alla media in tutta l'Europa meridionale per tutta l'estate. Tuttavia, è improbabile che questi acquazzoni abbiano un grande impatto sulle prolungate condizioni di siccità in queste regioni.

Le temperature eccezionalmente elevate aumentano anche il rischio di incendi boschivi, con le autorità francesi che avvertono che la stagione sta iniziando molto prima del solito. Un danno per l’ambiente e le persone che potrebbero fare i conti con le restrizioni sull’uso dell’acqua.

Petros Karadjias/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Mare in estatePetros Karadjias/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Il caldo estremo può impedire all’aereo di decollare?

Oltre al caldo e alle condizioni meteorologiche estreme, è possibile che faccia anche troppo caldo per volare.

Il calore fa espandere l'aria che diventa meno densa, influenzando la capacità di un aereo di decollare. A circa 52°C, gli aerei più grandi come il Boeing 747 e l'Airbus A380 iniziano ad avere problemi di portanza. Per i velivoli più piccoli come il Boeing 737, con 47,5°C ci sono già problemi. Il caldo estremo comporta, poi, anche il rischio che i motori prendano.

Sebbene temperature così elevate siano ancora piuttosto rare, potrebbero diventare sempre più probabili a causa del riscaldamento globale.

PUBBLICITÀ

Durante l'ondata di caldo dell'agosto 2021, Siracusa in Sicilia ha raggiunto un record di 48,8°C mentre la Spagna ha raggiunto i 47,6°C. Negli Stati Uniti, la Federal Aviation Authority, la più grande agenzia di trasporti governativa del paese, ha già avvertito che i viaggiatori che gli aerei potrebbero rimanere sulla pista, con ritardi e cancellazioni per il caldo.

Michael Probst/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Caldo e problemi per gli aereiMichael Probst/Copyright 2020 The AP. All rights reserved

Alcune destinazioni popolari potrebbero diventare troppo calde per i turisti?

Anche se il sole e il caldo attirano spesso i turisti, i viaggiatori stanno diventando più consapevoli che troppa afa non è rilassante o divertente.

Un sondaggio condotto lo scorso anno da InsureandGo ha rilevato che il 71% delle persone pensava che diverse zone dell'Europa sarebbero state troppo calde per trascorre le vacanze estive. Parliamo di Spagna, Grecia, Turchia e Cipro.

Secondo un recente studio dell'Università di Bristol nel Regno Unito, entro il 2100, le destinazioni turistiche più popolari in tutta Europa potrebbero affrontare il rischio di ondate di caldo da record senza precedenti.

PUBBLICITÀ

Un altro rapporto di aprile ha avvertito che Parigi potrebbe affrontare temperature estive afose di oltre 50°C entro il 2050.

La European Travel Commission (ETC) ha fatto sapere che le condizioni meteorologiche favorevoli hanno un impatto sulle scelte di viaggio a lungo raggio delle persone tanto quanto la visita di monumenti famosi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alla scoperta della Bosnia, una meta turistica sempre più richiesta

Un'ondata di caldo si abbatte sull'Europa

Blocco informatico: ritardi e cancellazioni dei voli, cosa fare e cosa dicono le compagnie aeree