This content is not available in your region

A Venezia la prima quarantena al mondo

euronews_icons_loading
Afptv
Afptv   -   Diritti d'autore  Images
Dimensioni di testo Aa Aa

L'isola del Lazzaretto Nuovo a Venezia è conosciuta anche più semplicemente come il Lazzaretto.

È qui che ha avuto origine la parola "quarantena" oltre 600 anni fa. Una misura estrema nata dalla necessità di proteggere i cittadini dalle prime ondate di peste bubbonica che stava devastando questi territori.

Gerolamo Fazzini, Presidente dell'Archeoclub di Venezia, Associazione Custode del Lazzaretto: "Venezia è stata la prima ad adottare il sistema dell'isolamento, cioè sfruttare le isole e le caratteristiche del proprio territorio formato da un arcipelago di isole più grandi e più piccole sparse sulla laguna".

Nel 1400, le navi, le merci e i lor equipaggi in arrivo da est dovevano isolarsi prima di continuare verso la terraferma. Ricevevano una sistemazione e un magazzino dove riporre le loro merci. Alcuni hanno lasciato la loro traccia sui muri dove sono rimasti. Queste mura ora, testimoniano le migliaia di persone che hanno trascorso settimane qui in isolamento.

Francesca Malagnini, docente di Linguistica italiana presso l'Università per Stranieri di Perugia: "Sono meravigliosi scritti e disegni di navi che testimoniano il trasporto marittimo in arrivo al Lazzaretto. Quando le navi, le galee veneziane, provenienti dall'Oriente arrivavano a Venezia sia le merci che gli equipaggi sarebbero rimasti qui per un periodo di circa 40 giorni . Da questo deriva la parola quarantena".

Il famoso personaggio del carnevale, il dottore della peste, è un ricordo dei tempi in cui non esisteva cura. Venezia normalmente sarebbe gremita in questo periodo dell'anno con migliaia di persone che si godono l'apertura della stagione del carnevale. Ma quest'anno non c'è quasi nessuno. A causa dell'epidemia di coronavirus.