EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

A Cipro 25mila richiedenti asilo sono in attesa, Nicosia chiede all'Ue di cambiare status alla Siria

Migranti protestano contro le nuove politiche governative sull'immigrazione, in piazza Elephteria, nella capitale Nicosia, Cipro, sabato 20 aprile 2024
Migranti protestano contro le nuove politiche governative sull'immigrazione, in piazza Elephteria, nella capitale Nicosia, Cipro, sabato 20 aprile 2024 Diritti d'autore Petros Karadjias/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Petros Karadjias/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Cipro 25mila richiedenti asilo sono in attesa che la loro domanda sia accolta. Nicosia ha chiesto all'Unione europea di cambiare status ai siriani perché "parte del Paese non è più in guerra"

PUBBLICITÀ

I centri di accoglienza per i rifugiati a Cipro stanno vivendo una situazione di sovraffollamento, con circa 25.500 richiedenti asilo attualmente ospitati. Questo aumento degli arrivi, principalmente da parte di siriani, ha messo sotto pressione le autorità del Paese. Solo negli ultimi due mesi, decine di imbarcazioni provenienti dal Libano hanno raggiunto le coste dell'isola, trasportando un numero significativo di migranti. Tali sviluppi hanno sollevato preoccupazioni sul fronte della gestione dell'immigrazione.

Pournara, il centro di accoglienza più grande, ospita circa mille richiedenti asilo. La struttura non è l'unica a essere vicina al limite di capacità. La vicinanza di questi centri a piccoli villaggi come Kokkinotrimithia è fonte di preoccupazione tra i residenti.

Cipro chiede all'Europa di cambiare status alla Siria

Il governo cipriota sostiene che L'Unione europea dovrebbe cambiare lo status della Siria, sostenendo che alcune parti del Paese non siano più zone di guerra. Questo, spera Nicosia, potrebbe ridurre il flusso di rifugiati verso l'isola. Tuttavia, la pressione sull'Ue e sui partner europei per fornire maggiore solidarietà rimane alta.

Attualmente, il 7 per cento della popolazione di Cipro è costituito da rifugiati e immigrati. Una situazione che mette pressione sul governo presieduto dal presidente Nikos Christodoulidis.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti, ostello Hope: dove finiranno in Ruanda i richiedenti asilo deportati dal Regno Unito

Il ministro dell'Interno britannico in Italia: "Soluzioni innovative per fermare i migranti"

Migranti: oltre mille arrivati a Lampedusa, emergenza anche a Cipro