EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Parlamento europeo: a Strasburgo ultima sessione plenaria prima delle elezioni europee

Dal 22 al 25 aprile è in programma l'ultima sessione plenaria del Parlamento europeo prima delle elezioni europee
Dal 22 al 25 aprile è in programma l'ultima sessione plenaria del Parlamento europeo prima delle elezioni europee Diritti d'autore Philippe STIRNWEISS/ European Union 2024 - Source : EP
Diritti d'autore Philippe STIRNWEISS/ European Union 2024 - Source : EP
Di Maria Michela Dalessandro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Giovedì 25 aprile si chiude la quattro giorni a Strasburgo per l’ultima sessione plenaria del Parlamento europeo in vista delle elezioni europee in programma dal 6 al 9 giugno

PUBBLICITÀ

A poco più di un mese dalle elezioni europee in programma dal 6 al 9 giugno, il Parlamento Ue è riunito in questi giorni per l'ultima sessione plenaria a Strasburgo fino al 25 aprile. Una maratona di voti e risoluzioni in una intensa quattro giorni prima del voto europeo.  

Parlamento Ue: approvata la direttiva sul lavoro delle piattaforme digitali

Tra le risoluzioni, approvata la nuova direttiva, adottata con 554 voti favorevoli, 56 voti contrari e 24 astensioni, che “mira a garantire che i lavoratori delle piattaforme digitali dispongano di una classificazione corretta della loro posizione lavorativa e a correggere il lavoro autonomo fittizio”. Per la prima volta nell’Unione viene regolato l’uso di algoritmi sul posto di lavoro

Con questa direttiva, fino a 40 milioni di lavoratori delle piattaforme nell’Ue avranno accesso a condizioni di lavoro eque. Questo accordo storico darà loro dignità, protezione e diritti
Elisabetta Gualmini
Europarlamentare Gruppo dei Socialisti & Democratici

La nuova legge obbliga i Paesi del blocco a introdurre una presunzione di rapporto di lavoro subordinato (rispetto al lavoro autonomo) quando “sono presenti fatti che indicano il controllo e la direzione, conformemente al diritto nazionale e ai contratti collettivi, e tenendo conto della giurisprudenza dell’Unione". Il lavoratore di una piattaforma non potrà essere allontanato o licenziato sulla base di una decisione presa da un algoritmo o da un sistema decisionale automatizzato. 

Parlamento Ue: approvate le prime norme comuni sulla lotta alla violenza contro le donne

Con 522 voti a favore, 27 contrari e 72 astensioni, l'europarlamento ha inoltre approvato in via definitiva la prima normativa dell’Unione europea sulla lotta alla violenza contro le donne e alla violenza domestica. La direttiva chiede leggi più severe per contrastare la violenza informatica, una migliore assistenza alle vittime e misure per prevenire gli stupri. La direttiva vieta le mutilazioni genitali femminili e i matrimoni forzati e stabilisce linee guida particolari per i reati commessi online, come la divulgazione di informazioni private e il cyberflashing.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Parlamento europeo approva il divieto sui prodotti realizzati con lavoro forzato

La Spagna riconosce formalmente la Palestina: Sanchez, non adottiamo questa decisione contro nessuno

L'Ue convoca Israele per la sentenza della Corte internazionale di giustizia su Rafah