EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Vero o in plastica, quale albero di Natale è meglio per l'ambiente

Alberi di Natale veri o in plastica
Alberi di Natale veri o in plastica Diritti d'autore JULIA NIKHINSON/AFP or licensors
Diritti d'autore JULIA NIKHINSON/AFP or licensors
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La scelta più ecologica per festeggiare con un albero di Natale eco-friendly: meglio il fake in Pvc o l'abete vero?

PUBBLICITÀ

È il dilemma annuale: comprare un albero artificiale che si può o non si può riutilizzare o prenderne uno vero che prima o poi verrà sicuramente buttato via?

E vi starete chiedendo quale tipo di albero di Natale sia più rispettoso dell'ambiente.

Gli alberi di Natale finti sono dannosi per l'ambiente?

Cominciamo con l'albero artificiale.

Secondo The Nature Conservancy, un'organizzazione ambientalista con sede negli Stati Uniti, quasi il 90% di essi viene spedito in tutto il mondo dalla Cina.

Questi alberi sono molto probabilmente realizzati in Pvc, che produce gas a effetto serra quando viene prodotto e non è biodegradabile. Il Pvc è una delle plastiche più difficili da riciclare.

Secondo il Carbon Trust, un albero artificiale alto due metri produce circa 40 kg di anidride carbonica, mentre un albero di Natale vero di dimensioni simili, senza radici, produce 3,5 kg di CO2 - più di 10 volte meno.

Alberi di Natale, la CO2 prodotta
Alberi di Natale, la CO2 prodottaEuronews

Cosa succede se lo si riutilizza? Avreste bisogno di circa 10-20 Natali per mantenere il suo impatto ambientale inferiore a quello dell'acquisto di un albero vero ogni anno.

Tagliare abeti veri: una scelta in chiaroscuro

Il problema principale degli alberi veri è l'impatto delle piantagioni di alberi di Natale, che in alcuni casi sostituiscono gli ecosistemi naturali, secondo uno studio di Ellipsos.

Ma l'acquisto di alberi veri contribuisce a mantenere in vitaun giro d'affari notevole.

In Europa, questo mercato è piuttosto grande.
La Danimarca è il più grande esportatore europeo di alberi di Natale, con una produzione di 11 milioni di alberi all'anno. 

In Belgio, secondo esportatore europeo, i produttori di alberi hanno un fatturato stimato di 35 milioni di euro, secondo la Commissione europea.

Qual è la scelta più ecologica da fare a Natale

Qual è dunque l'opzione migliore? Tutto dipende dalla situazione di ciascuno. Ma ecco alcune cose che si possono fare per fare la scelta più ecologica, secondo The Carbon Trust.

- Se acquistate un albero vero, assicuratevi che sia coltivato localmente e che andiate a piedi o in macchina per acquistarlo. 

- Se acquistate un albero artificiale, fatelo durare. Acquistatelo usato o conservatelo il più a lungo possibile.

Una volta terminato l'albero, assicuratevi di buttarlo via in modo responsabile donandolo a una nuova casa o trasformandolo in concime.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bosnia: nel fiume Drina una discarica galleggiante

Enormi reti di disinformazione in Francia e Germania prima delle elezioni europee

I partiti hanno presentato candidati falsi alle elezioni generali nel Regno Unito?