This content is not available in your region

I paesi dell'UE possono introdurre controlli alle frontiere nell'area Schengen?

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Image
Image   -   Diritti d'autore  Matthias Schrader/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved

In una sentenza  la Corte di giustizia europea ha fatto luce sul controverso tema dei controlli alle frontiere all'interno dell'area Schengen senza passaporti, una pratica che si è diffusa durante la crisi migratoria del 2015 e di nuovo durante l'epidemia di coronavirus del 2020.

La causa legale riguarda i controlli alle frontiere di lunga data dell'Austria con Ungheria e Slovenia, imposti per la prima volta nel settembre 2015 per aiutare il paese a controllare il flusso di nuovi arrivi dagli Stati membri vicini.

Da allora Vienna ha esteso sistematicamente la misura temporanea, adducendo la presenza di "movimenti irregolari" alle sue frontiere esterne.

I controlli continuano ancora oggi, nonostante una marcata diminuzione della migrazione irregolare.

Questi ripetuti rinnovi hanno portato la Corte di giustizia a concludere che la politica austriaca non è più utilizzata come "ultima risorsa" eccezionale e quindi viola il diritto dell'UE.

Guarda il video qui sopra per saperne di più sui controlli alle frontiere.