EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Crimine ingiustificabile: indignazione in Italia per l'uomo che uccide un'orsa lasciando due cuccioli senza madre

L'orsa uccisa è stata avvistata all'inizio della settimana con i suoi due cuccioli.
L'orsa uccisa è stata avvistata all'inizio della settimana con i suoi due cuccioli. Diritti d'autore Gemma Di Pietro via Storyful
Diritti d'autore Gemma Di Pietro via Storyful
Di Ian Smith Agenzie:  AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

L'orsa, già nota, era stata avvistata all'inizio della settimana nella zona, mentre passeggiava con i suoi due cuccioli, ora rimasti orfani

PUBBLICITÀ

Un uomo ha ucciso Amarena, un'orsa bruna in via di estinzione, alla periferia della città abruzzese di San Benedetto dei Marsi, ha reso noto il Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.

L'eccidio ha lasciato due cuccioli senza madre e sono in corso le ricerche per ritrovarli.

L'uomo che ha ucciso l'animale, 56 anni, è stato identificato e la Polizia italiana sta indagando sull'accaduto.

L'Ansa riporta che l'uomo ha dichiarato alle forze dell'ordine: "Ho sparato perché avevo paura, ma non volevo uccidere: l'ho trovata nella mia proprietà, è stato un atto impulsivo, istintivo".

Gli orsi bruni marsicani sono a rischio di estinzione

Il Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise ha condannato l'uccisione.

"Non c'è alcun motivo per giustificare l'incidente dal momento che Amarena non aveva mai causato alcun tipo di problema all'uomo", ha scritto su Facebook.

La gente del posto l'aveva affettuosamente ribattezzata Amarena perché le ciliegie e le amarene erano tra i cibi preferiti dell'orsa, come riporta il Corriere della Sera.

L'orso bruno marsicano, originario dell'Italia centrale, è una sottospecie di orso bruno a rischio di estinzione: il parco dice che circa 60 orsi vivono al suo interno e nelle aree circostanti.

All'inizio della settimana, Amarena era stata vista passeggiare a San Sebastiano dei Marsi con i suoi due cuccioli.

Politici e animalisti condannano l'omicidio

"L'uccisione dell'orsa marsicana è un episodio grave, sul quale è doveroso fare luce al più presto", ha dichiarato il ministro dell'Ambiente italiano, Gilberto Pichetto.

"Il nostro impegno è rivolto anche alla tutela dei cuccioli dell'orsa, facendo tutto il possibile perché possano rimanere liberi", ha aggiunto in una nota.

Il responsabile dell'ufficio italiano del World Wildlife Fund, Luciano Di Tizio, ha definito l'uccisione dell'orsa un "gravissimo e ingiustificabile crimine di natura" e il risultato di una "costante campagna contro la fauna selvatica".

Perché gli orsi sono diventati così dibattuti in Italia?

Lo status degli orsi in Italia è diventato sempre più politico negli ultimi mesi.

All'inizio di quest'anno, l'uccisione di un jogger in Trentino da parte di un orso bruno ha fatto notizia a livello internazionale e scatenato un acceso dibattito nel Paese.

Le autorità locali avevano ordinato l'eutanasia dell'orso in questione, ma un tribunale amministrativo si è pronunciato contro la decisione, almeno per il momento.

L'udienza definitiva sul destino dell'orso è prevista per dicembre: le associazioni animaliste hanno contestato l'ordine di abbattimento dell'animale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Un'orsa e i suoi due cuccioli passeggiano a San Sebastiano dei Marsi

Orso scappa dalla stiva di un aereo, caos all'aeroporto di Dubai

I colloqui sui finanziamenti per il clima sono in stallo: cosa significa per la COP29?