EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Bill Gates, i Murdoch, Pitbull: quali celebrità prendono più volte il volo con jet privati?

Private jet owners are responsible for thousands of tonnes of carbon dioxide emissions per year.
Private jet owners are responsible for thousands of tonnes of carbon dioxide emissions per year. Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Charlotte Elton
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

L'elenco descrive in dettaglio i voli privati, dall'imprenditore al rapper

PUBBLICITÀ

Un adolescente ha elencato, sbugiardandoli, i frequent flyer super ricchi, calcolando le loro emissioni di carbonio.

Il diciassettenne Akash Shendure ha compilato dati che mostrano l'impronta di combustibili fossili di 163 utenti di jet privati.

L'elenco descrive in dettaglio i voli privati delle celebrità, dall'imprenditore Bill Gates al rapper Pitbull.

"Voglio davvero che non solo si ritengano alcune persone responsabili, ma si diffonda anche la consapevolezza della disparità tra le emissioni di carbonio degli americani ultra-ricchi e medi", ha detto Shendure, in un'intervista alla stazione radio statunitense KUOW.

Qual è l'impronta di carbonio di un jet privato?

L'americano medio emette 15,52 tonnellate di anidride carbonica all'anno: in confronto, Thomas Siebel - il miliardario fondatore di Siebel Systems e principale inquinatore elencato dal progetto ClimateJets di Shendure - ha emesso 4.649 tonnellate di CO2.

"Le emissioni degli aerei privati di Thomas Siebel hanno superato le emissioni totali di carbonio di 299 americani medi", fanno sapere da ClimateJets.

Chi ha la più grande impronta di carbonio tra i detentori di jet privato?

Shendure, studente delle superiori di Seattle, ha compilato i dati da informazioni pubblicamente disponibili: il risultato è un elenco schiacciante di alcuni degli oggetti volanti più inquinanti del mondo.

Dopo Thomas Siebel, la famiglia Murdoch - i magnati dei media responsabili dei tabloid britannici, di Fox News, e dozzine di altre aziende - ha emesso la maggior parte di anidride carbonica: i loro jet privati hanno prodotto 4.357,25 tonnellate di anidride carbonica.

Sono seguiti da vicino dalla famiglia DeVos (4.112 tonnellate), Sam Zell (4.037 tonnellate) e Jared Isaacman (3.862 tonnellate).

Non sono solo gli uomini d'affari ad essere entrati nella lista nera: il musicista Pitbull è stato all'altezza del suo soprannome "Mr Worldwde", emettendo 3.156 tonnellate di CO2.

Bill Gates - che ha recentemente affermato di essere "parte della soluzione climatica" e si batte pubblicamente per l'azione in favore del clima - ha emesso 3.058 tonnellate. 

L'anno scorso ha effettuato 392 voli su jet privati, una media di più di uno al giorno.

Gates insiste sul fatto che compensa il suo debito di carbonio e utilizza carburante sostenibile per aviazione.

AP Photo
Billionaire software mogul Thomas Siebel topped the list for private jet emissions.AP Photo

Qual è la storia dietro i dati di Shendure?

Akash Shendure è stato ispirato ad avviare il progetto ClimateJets dopo che Twitter ha bloccato un account che tracciava e twittava la posizione del jet privato di Elon Musk.

Una rete di volontari aiuta Shendure scansionando la registrazione del controllo a terra e i rapporti in volo: queste informazioni vengono quindi incrociate con i dati del coefficiente di carburante (il profilo delle emissioni di vari tipi di carburante).

PUBBLICITÀ

Come si confrontano i miliardari con le persone normali sulle emissioni di carbonio?

Non siamo tutti ugualmente responsabili della crisi climatica: secondo Oxfam, i miliardari sono responsabili di un milione di volte in più di emissioni di gas serra rispetto alla persona media.

Una ricerca dell'ente di beneficenza internazionale ha rilevato che gli investimenti di soli 125 miliardari emettono 393 milioni di tonnellate di CO2 ogni anno, equivalenti alle emissioni annuali di 85 milioni di automobili.

Non sono solo miliardari; ma anche le persone benestanti nei Paesi ricchi ad essere sproporzionatamente responsabili: secondo il rapporto, il 10% principale degli emettitori globali di carbonio genera quasi la metà di tutte le emissioni di gas serra.

Se le emissioni fossero equamente distribuite in tutto il mondo, il cittadino medio della Repubblica Democratica del Congo vedrebbe aumentare di dieci volte i propri livelli di emissione.

PUBBLICITÀ

Europei e nordamericani, nel frattempo, sperimenterebbero un calo dei loro livelli di emissioni rispettivamente di quasi il 40% e di oltre il 70%.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bill Gates: "Ecco come fare per evitare un disastro climatico"

Regno Unito: verifica offerta Murdoch su Sky

Italia, Germania, Francia: i Paesi Ue più lontani dagli obiettivi di emissione per il 2030