Svezia: scoperto il più grande giacimento di terre rare in Europa

Terre rare in Svezia
Terre rare in Svezia   -   Diritti d'autore  AP Photo/Malin Moberg
Di Euronews con Ansa

La Svezia rafforza le basi per la transizione energetica dell'Unione europea.

Il gruppo minerario svedese Lkab ha annunciato la scoperta del “più grande giacimento conosciuto di terre rare in Europa”, materiali essenziali per la produzione di veicoli elettrici e turbine eoliche. Il giacimento si trova vicino alla miniera di ferro di Kiruna, nell’estremo nord del paese.

La società ha fatto sapere che contiene circa 585 milioni di tonnellate di minerale, di cui “oltre un milione di tonnellate di ossidi di terre rare”, ossia i 17 metalli essenziali alla produzione di un'ampia gamma di componenti elettronici e microchip, da quelli che fanno funzionare tv e cellulari fino alle turbine eoliche, ai pannelli fotovoltaici e alle auto elettriche. 

Il giacimento, ha sottolineato l'amministratore delegato del gruppo Jan Mostrom, fornirà "una parte sostanziale del fabbisogno dell'Europa. Potrebbe diventare un importante tassello per la produzione delle materie prime critiche cruciali per la transizione verde”.

Ma il gruppo avverte che ci vorranno diversi anni per studiarlo e per sfruttarlo in modo redditizio e sostenibile.