This content is not available in your region

Sri Lanka: nave cargo affondata, ora si teme una fuoriuscita di carburante

euronews_icons_loading
Sri Lanka: nave cargo affondata, ora si teme una fuoriuscita di carburante
Diritti d'autore  Eranga Jayawardena/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Centre for Environmental Justice (CEJ), un'associazione ambientalista dello Sri Lanka, ha denunciato alla Corte suprema del Paese il governo e l'armatore della nave cargo affondata al largo della capitale Colombo, dopo avere riversato in mare e verso le spiagge acido nitrico, idrossido di sodio e altri componenti chimici pericolosi. Ora si teme una possibile fuoriuscita di carburante dal relitto.

"Gli esperti arrivati qui ritengono che il carburante potrebbe essere bruciato, ma non lo stiamo confermando. Non siamo sicuri al 100% che non ci sia più carburante all'interno della nave - ha detto un membro dell'Autorità portuale dello Sri Lanka -. Sono passate diverse ore da quando la nave è affondata, finora non abbiamo visto perdite di carburante. Possiamo considerarci fortunati".

Gli ambientalisti accusano il governo dello Sri Lanka di non avere vietato l'ingresso della nave nelle acque territoriali, nonostante - a loro detta - l'equipaggio avesse già segnalato una perdita di alcune sostanze chimiche a bordo, che avrebbe causato un rogo durato quasi due settimane. I prodotti chimici hanno contaminato l'acqua e causato danni agli animali, principalmente pesci e coralli. La pesca è stata vietata nel raggio di 50 miglia nautiche dal luogo dell’incidente.