This content is not available in your region

Come saranno le prime città su Marte: un progetto sostenibile per migliorare la vita sulla Terra

La città di Nüva a Tempe Mensa, Marte
La città di Nüva a Tempe Mensa, Marte   -   Diritti d'autore  Copyright Abiboo
Di Doloresz Katanich

Il progetto per la prima "città marziana sostenibile" c'è. Adesso è solo una questione di tempo prima di vedere i primi esseri umani abitare sulla superficie di Marte.

Questo nuovo piano abitativo per il Pianeta Rosso (grande circa metà della Terra) prevede la costruzione di cinque città. La capitale si chiamerà Nüwa. Città verticali con case, uffici e spazi verdi costruite sul pendio di un dirupo per proteggere gli abitanti dalla pressione atmosferica e dalle radiazioni.

L'ossigeno sarà in gran parte prodotto dalle piante, il cibo sarà al 90% di origine vegetale e l'energia proverrà dai pannelli solari.

Vita su Marte

Innanzitutto la domanda da farsi è: come potremo arrivare su Marte? Ogni due anni, c'è una finestra di giusto un paio di settimane per provare a partire, nel momento in cui il Pianeta Rosso è più vicino alla Terra. Il viaggio durerebbe sei mesi.

Le circostanze ambientali su Marte sono tutt'altro che facili.La pressione atmosferica non è adatta alla vita degli esseri umani, e le radiazioni sulla superficie sono letali.

"Abbiamo dovuto fare un sacco di analisi e calcoli, e lavorare con gli scienziati per cercare di capire quali sono le circostanze che dovremo affrontare", dice il fondatore dello studio di architettura ABIBOO, Alfredo Muñoz. "Dobbiamo affrontare sfide molto specifiche su Marte. Tra queste c'è la gravità, che è di un terzo rispetto a quella terrestre".

D'altra parte, è possibile ottenere sia CO2 che acqua sulla superficie.

"L'acqua è uno dei grandi vantaggi che offre Marte. Aiuta a ottenere i materiali adeguati per la costruzione. Fondamentalmente, con acqua e Co2 possiamo generare carbonio, e con il carbonio, possiamo generare acciaio", dice Muñoz.

La società di architettura prevede di utilizzare esclusivamente materiali marziani per la costruzione degli edifici delle cinque città.

Il progetto della città su Marte fa parte di un lavoro scientifico organizzato da The Mars Society e sviluppato dalla rete SONet, un team internazionale di scienziati e accademici.

Lo studio di architettura ABIBOO ha creato i progetti basati sulle ultime ricerche scientifiche in materia.

"Sviluppando una città completamente sostenibile su Marte stiamo imparando un sacco di cose, avendo nuove idee ed intuizioni su cose che potremmo fare diversamente anche sul Pianeta Terra", dice Muñoz.

Quando andremo a vivere su Marte?

Secondo l'analisi della società di architettura, i cantieri potranno aprire entro il 2054 e la prima città potrebbe essere finita entro il 2100, anno in cui la prima comunità potrebbe iniziare ad insediarsi, spiega Muñoz. "Pensiamo che sia fattibile dal punto di vista tecnico. [Quello che richiede più tempo] è assicurarsi che ci sia abbastanza volontà di mettersi assieme a livello di comunità internazionale. Deve essere qualcosa che arriva dal settore privato, dal settore pubblico, da luoghi diversi, da culture diverse, al fine di garantire diversità".

Clicca sul video qui sopra per saperne di più su come sarà la vita nelle città ecosostenibili su Marte.