Cinema, Martin Scorsese riceve l'Orso d'oro alla carriera alla Berlinale

Il regista Martin Scorsese ha ricevuto l'Orso d'oro alla carriera al Festival di Berlino (20 febbraio 2024)
Il regista Martin Scorsese ha ricevuto l'Orso d'oro alla carriera al Festival di Berlino (20 febbraio 2024) Diritti d'autore Sebastian Gollnow/(c) Copyright 2024, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Di Gabriele Barbati
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Martin Scorsese ha ricevuto l'Orso d'oro alla carriera al Festival del cinema di Berlino. Dopo decine di film, tra cui Taxi driver (1976) e Toro scatenato (1980), i critici pensano che a 81 anni Killers of the flower moon possa essere il migliore del regista

PUBBLICITÀ

Oltre 50 anni di carriera e altrettante opere, Martin Scorsese è stato premiato martedì con l'Orso d'Oro alla carriera al Festival del Cinema in corso a Berlino.

Il regista statunitense di origini italiane, 81 anni, ha diretto capolavori come Taxi driver, Toro scatenato, Quei bravi ragazzi (1990) e film popolarissimi come The wolf of Wall Street (2013), ma è ancora all'apice grazie al western Killers of the flower moon, candidato a dieci Oscar.

"La Berlinale, per me, è davvero importante perché nel 1980 - credo fosse, circa 20, 40, 43 anni fa - abbiamo presentato in anteprima Toro scatenato, e quindi c'è un posto molto speciale nel mio cuore per Berlino" ha detto Scorsese sul red carpet del Theater am Potsdamer Platz, dove è stato accompagnato da una delle figlie, Francesca.

Dopo l'Orso d'oro Scorsese potrebbe ricevere un altro Oscar

A festeggiare il regista sono arrivate a Berlino numerose star del cinema, tra cui Sharon Stone, diretta da Scorsese in Casino (1995).

Dopo la premiazione, al Festival è stato proiettato The Departed - Il bene e il male (2006), per cui Scorsese ha vinto l'Oscar alla regia, in attesa di un possibile bis il 10 marzo nella prossima edizione a Los Angeles.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Berlinale: il documentario Dahomey vince l'Orso d'Oro

L'attrice francese Judith Godrèche contro le violenze sessuali nel mondo del cinema

Cinema, Oppenheimer e Povere Creature dominano i Bafta con un occhio agli Oscar