EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il Cairo: ruspe pronte a radere al suolo il cimitero storico per fare un'autostrada

La Città dei morti al Cairo
La Città dei morti al Cairo Diritti d'autore AP Photo/Amr Nabil
Diritti d'autore AP Photo/Amr Nabil
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Le autorità egiziane hanno già distrutto centinaia di tombe nella "Città dei morti" al Cairo per avviare il cantiere di una rete di strade a più corsie

PUBBLICITÀ

La**"Città dei morti" del Cairo**, vasto cimitero con sepolture che datano anche più di un millennio, sta per essere distrutta per fare spazio a nuove autostrade.

Le autorità hanno già raso al suolo centinaia di tombe e mausolei per avviare il cantiere di una rete di strade a più corsie. La mossa ha scatenato l'indignazione dei conservazionisti, secondo i quali la costruzione sta distruggendo una parte unica del patrimonio egiziano.

Nel cimitero sono sepolte importanti figure del mondo islamico, politici egiziani di spicco, artisti e studiosi.

La Città dei morti non è al sicuro

"È sempre stato uno spazio sacro. Abbiamo sempre pensato che qualsiasi cosa accadesse nel resto del Cairo, la "Città dei morti" sarebbe stata al sicuro. Come vediamo, ora non è così", dice Hussein Omar, uno storico che sta scrivendo le vicende del Cairo raccontate attraverso la necropoli. 

L'infrastruttura stradale, che sembra voler fare tabula rasa del cimitero, fa parte di una mega campagna edilizia del presidente Abdel Fattah al Sisi: un progetto che sta rimodellando la metropoli di circa 20 milioni di abitanti. Il governo di al Sisi ha costruito enormi autostrade e cavalcavia a un ritmo frenetico, abbattendo diversi vecchi quartieri che considerava baraccopoli. Ha incoraggiato la crescita di villaggi periferici recintati fuori città e ha realizzato una nuova gigantesca capitale amministrativa nel deserto.

Sebbene molti al Cairo sostengano i lavori stradali, che sono finalizzati a decongestionare il traffico nella città sovraffollata, la distruzione del cimitero ha scatenato una protesta insolita in un Paese in cui il dissenso è represso da anni.

La petizione per non distruggere il cimitero

Ad agosto, decine di attivisti, personalità pubbliche e organizzazioni non governative hanno firmato una petizione per condannare la distruzione del luogo della memoria. Cinque membri di un comitato di esperti, nominato dal governo, si sono dimessi per protesta, affermando che le autorità hanno ignorato le raccomandazioni di fermare le demolizioni e di trovare alternative ai percorsi.

La scorsa settimana le autorità hanno temporaneamente fermato la demolizione nella parte principale del cimitero. Tuttavia, non c'è nessun annuncio ufficiale su un possibile annullamento del progetto.

La "Città dei morti", che copre quasi cinque chilometri quadrati, è stato uno spazio unico al Cairo per secoli. Originariamente una pianura desertica al di fuori della città, è entrato in uso poco dopo la conquista musulmana dell'Egitto nel 700.

L'imam Shafii, uno dei massimi studiosi dell'Islam primitivo, venne sepolto lì nell'819, e ora la cupola grigia del suo mausoleo-santuario domina il distretto.

Quali sono i cimiteri più famosi del mondo?

Diversi cimiteri di tutto il mondo sono diventati attrazioni turistiche e luoghi di famosa bellezza.

Il cimitero più visitato al mondo è Père Lachaise a Parigi. Riceve oltre 3,5 milioni di visitatori ogni anno, approssimativamente equivalente al numero annuale di persone che visitano l'Empire State Building.

Tra le tombe gotiche coperte di muschio ci sono quelle di personaggi storici famosi come Jim Morrison, Frederic Chopin, Marcel Proust e il pittore italiano Amedeo Modigliani.

In Romania, il cimitero nella città di Sapanta è diventato famoso per le sue lapidi dai colori vivaci. Il luogo di sepoltura presenta oltre 1.000 lapidi in legno finemente intagliate e dipinte, ricche di poesie umoristiche nere e illustrazioni ingenue.

Highgate Cemetery a nord di Londra ospita la tomba di Karl Marx e una serie di monumenti impressionanti o insoliti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La "Sfinge sorridente": un altro segreto ben custodito dall'Egitto

In Egitto rinvenuta la più antica mummia di sempre (ha più di 4300 anni)

Egittologa lancia petizione per riportare la Stele di Rosetta in patria