EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

X-games: quale città italiana ospiterà la sfida Musk-Zuckerberg?

Quale città italiana ospiterà questa epica resa dei conti?
Quale città italiana ospiterà questa epica resa dei conti? Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Savin Mattozzi
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Città e regioni italiane sono in lizza per ospitare il possibile scontro tra Mark Zuckerberg ed Elon Musk

PUBBLICITÀ

Dalle pianure del Nord Italia alle coste rocciose della Sicilia, le amministrazioni locali della penisola si stanno sfidando per stabilire chi ospiterà l'eventuale scontro tra i miliardari Elon Musk e Mark Zuckerberg.

Le due personalità ultra-ricche non si sono ancora accordate per decidere se lo scontro avverrà davvero, ma questa incertezza non ha impedito alle città italiane di sfruttare l'occasione per mostrare al mondo le loro bellezze.

Da quasi due mesi Musk e Zuckerberg si confrontano su X sulla possibilità di organizzare una lotta in una gabbia. Con proprio loro due come protagonisti. L'idea è nata a giugno, quando Musk ha lanciato l'idea: "Sono pronto per un incontro in una gabbia, se lui è pronto". Zuckerberg è stato al gioco, rispondendo di fargli sapere il luogo.

L'idea di un combattimento in una "location epica" in Italia è stata proposta da Musk, che ha poi detto di averne discusso con il primo ministro italiano Giorgia Meloni e il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

L'11 agosto, il ministero della Cultura ha pubblicato una nota di Sangiuliano nella quale quest'ultimo spiegava di aver avuto una conversazione amichevole con Musk e che stavano lavorando su come organizzare l'evento nel "rispetto e nella piena tutela dei luoghi" in cui si sarebbe svolto il match.

Sangiuliano ha anche spiegato che, in cambio, verrà fatta una cospicua donazione a due ospedali pediatrici italiani. Non è stato chiarito l'importo preciso né chi esattamente la farà, ma il ministro della Cultura ha parlato di "molti milioni di euro".

Luoghi potenziali per la partita

Sangiuliano ha escluso il Colosseo come possibile teatro dell'incontro, ma sono piovute candidature da numerose località italiane che ospitano anfiteatri antichi. Le proposte più scontate sono arrivate da città come Pompei e Verona.

Il sindaco della città campana, Carmine Lo Sapio, ha dichiarato di essere fiducioso: "Pompei è il sito migliore per ospitare la sfida mondiale tra Elon Musk e Mark Zuckerberg... Dai contatti istituzionali che ho avuto, credo che la scelta cadrà su di noi. Sono un ottimista".

Tra le località candidate c'è anche Taormina, in Sicilia, che ospita il celebre anfiteatro vecchio di 1.700 anni che affaccia sullo Ionio. Alla periferia sud-occidentale di Roma, un anfiteatro di 2.000 anni fa nel centro di Ostia Antica è stato proposto allo stesso modo come possibile sede.

Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, ha offerto il suo territorio per farne il campo di battaglia, ma non è stato in grado di specificare dove esattamente si potrebbe organizzare l'evento: "Potrebbe essere una bella occasione, alternativa alle solite scelte, per ricordare la storia millenaria delle civiltà più antiche, per fare beneficenza e per promuovere il territorio", ha dichiarato in un comunicato.

Così, mentre i due ricchissimi proprietari di colossi industriali e della tecnologia stanno decidendo se l'evento si terrà o meno, continuano ad arrivare proposte dalle città italiane. Allettate soprattutto dagli investimenti che potrebbero essere legati allo "scontro del secolo" tra Zuck e Musk.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Formula 1, Verstappen vince il Gp di Monza e batte il record di vittore consecutive di Vettel

Musk contro Zuckerberg: la sfida dei miliardari social

Francia: muore a 92 anni la stella del cinema Anouk Aimée, protagonista de La dolce vita