EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Harrison Ford, dedicata all'attore una nuova specie di serpente

Harrison Ford - incontra Tachymenoides harrisonfordi
Harrison Ford - incontra Tachymenoides harrisonfordi Diritti d'autore EDGAR LEHR / CONSERVATION INTERNATIONAL - Getty
Diritti d'autore EDGAR LEHR / CONSERVATION INTERNATIONAL - Getty
Di David Mouriquand
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

l rettile vive nelle Ande peruviane. Il riferimento ad una celebre scena di "Indiana Jones"

PUBBLICITÀ

Il leggendario personaggio interpretato da Harrison Ford, ovvero Indiana Jones, avrà anche odiato i serpenti, ma ora l'attore ha un rettile che porta il suo nome.

Ricercatori tedeschi, statunitensi e peruviani hanno scoperto una nuova specie di serpente sulle Ande peruviane e l'hanno chiamata con il nome della leggenda del cinema "Harrison Ford".

L'unico esemplare, maschio, è stato scovato mentre prendeva il sole nel 2022 nel Parco Nazionale Otishi inPerù. Si tratta di un serpente snello, che misura appena 40,6 cm e non è nocivo per l'uomo.

La Società tedesca per l'erpetologia e l'erpetocultura (DGHT) ha voluto dare il nome particolarmente evocativo di_Tachymenoides Harrisonfordi_ come riconoscimento per l'impegno ambientale dell'attore hollywoodiano.

"Questi scienziati continuano a dare il mio nome a delle creature che sono quelle che terrorizzano però i bambini", ha detto Ford scherzando in un comunicato, "Non capisco. Io passo il mio tempo libero a ricamare. Canto ninne nanne alle mie piante di basilico, così non temono la notte".

Ford si riferiva al fatto che nel 1993 una specie era stata chiamata con il nome di Ford: la Calponia Harrisonfordi, un ragno della California.

EDGAR LEHR CONSERVATION INTERNATIONAL.
Tachymenoides harrisonfordiEDGAR LEHR CONSERVATION INTERNATIONAL.

L'attore ha comunque ringraziato i ricercatori per questo riconoscimento: "Seriamente e con tutta onestà, questa scoperta è davvero particolare. Ci ricorda che c'è ancora molto da imparare sulla natura e che gli esseri umani sono una piccola parte di una biosfera incredibilmente vasta".

"Su questo pianeta, tutti i destini si intrecciano e in questo momento un milione di specie sta vivendo sull'orlo dell'oblio", ha aggiunto Ford, "Abbiamo il compito di riparare il nostro rapporto interrotto con la natura e di proteggere i luoghi che sostengono la vita".

Uno dei ricercatori, Edgar Lehr, professore di Biologia all'Università Wesleyan dell'Illinois, ha dichiarato: "Per un biologo, descrivere una nuova specie e renderla pubblica con il suo nuovo nome è una delle attività più vitali durante la crisi della biodiversità".

"Speriamo che il nuovo serpente porti maggiore consapevolezza sull'importanza del lavoro dei biologi sul campo, lavoro che intende scoprire l'ignoto - un processo spesso avventuroso e costoso che richiede un maggiore sostegno finanziario da parte delle agenzie di finanziamento. Ora solo gli organismi conosciuti possono essere protetti".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Festival di Cannes: Harrison Ford e l'intramontabile "Indiana Jones"

Cannes 2024: Palma d'Oro ad 'Anora' di Sean Baker, Sorrentino a mani vuote

Alla poetessa romena Ana Blandiana il Premio Principessa delle Asturie 2023 per la letteratura